Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sia Fabio Valle che Marco Bortoluzzi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

FATTURE FALSE PER 25 MLN DI EURO: GLI ARRESTATI RIMANGONO ZITTI

Entrambi hanno presentato richiesta di modifica della misura cautelare


VILLORBA – (gp) Sono rimasti entrambi in silenzio avvalendosi della facoltà di non rispondere. Scelta difensiva comune per il pilota Fabio Valle, 52enne di origini vittoriesi ma residente a Villorba, e Marco Bortoluzzi, 36enne montebellunese residente a Spresiano, finiti rispettivamente in carcere e agli arresti domiciliari perchè accusati di un giro di fatture false per operazioni inesistenti da 25 milioni di euro per un'Iva non versata da quasi 5 milioni. L'indagine della Guardia di Finanza di Treviso, coordinata dal sostituto procuratore Iuri De Biasi, titolare del fascicolo, ha portato anche all'iscrizione nel registro degli indagati di Wilma Rizzo, la madre 85enne di Valle, e di Manolo Biz, 37enne pordenonese di Cordenons e attualmente residente a Barcellona. Fabio Valle, difeso dagli avvocati Carlo Augenti e Giancarlo Nicosia, ha chiesto la modifica della misura cautelare dal carcere agli arresti domiciliari indicando come luogo idoneo la casa della madre della nuova compagna. Marco Bortoluzzi, difeso dall'avvocato Stefania Bertoldi, ha invece chiesto la revoca della misura: a sostegno della richiesta anche il diverso trattamento utilizzato dagli inquirenti nei confronti di Manolo Biz, parente di Valle e della Rizzo, denunciato a piede libero anche se attraverso la “Ustari Extens SLl” con sede a Barcellona (che risulta cancellata dal 2008), avrebbe emesso fatture di vendita inesistenti a favore della Blusteel srl e della Mobile Products srl nello stesso modo della “MB di Bortoluzzi Marco”. Il gip si è riservato la decisione, in attesa di conoscere il parere del pm Iuri De Biasi, titolare dell'inchiesta a carico dei quattro indagati.

 



Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
08/10/2014 - Fatture false per 25 mln di euro:
venerdì Fabio Valle dal giudice

07/10/2014 - Fatture false per 25 mln di euro:
in carcere il pilota Fabio Valle