Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il furto la notte precedente la gara di rugby tra Benetton e Connacht

PRIMA DELLA PARTITA ENTRANO ALLO STADIO E RUBANO LA BIRRA

Ladri fanno incetta di fusti e attrezzature ai ristori del Monigo


TREVISO - Una bella pinta è il corollario perfetto di una partita di rugby, specie se si gioca contro una squadra irlandese. E' quello che devono aver pensato i ladri, che nella notte tra giovedì e venerdì, hanno forzato uno degli ingressi dello stadio di Monigo e si sono introdotti nei depositi dei punti di ristoro interni. Qui era già stoccato diverso materiale, in previsione della partita di Pro 12 della sera successiva, tra Benetton e Connacht. I malviventi, evidentemente a conoscenza del luogo e ben organizzati, hanno portato via varie apparecchiature, in particolare alcune macchine da caffè e griglie, e, soprattutto, parecchi fusti di birra. Una quantificazione precisa è ancora in corso, ma si stima un bottino intorno ai diecimila euro di valore. Il danno, però, è stato doppio: i gestori, accortisi in mattinata dell'effrazione e del furto, si sono subito attivati per ricostituire le scorte. Dato il poco tempo a disposizione, tuttavia, non hanno potuto riordinare tutto quanto era stato rubato. A dover far fronte ad una disponibilità ridotta al minimo è stato, in special modo, il bar sotto la gradinata scoperta.