Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Buco milionario di Luigi Compiano: altre tre persone nel mirino della Procura

SCANDALO NES: IN SETTE SOTTO INCHIESTA PER LA BANCAROTTA

Gią accertate dalla Guardia di Finanza decine di milioni di euro di buco


TREVISO - (gp) Sono sette le persone finite nel mirino della Procura di Treviso a cui viene contestato il reato di bancarotta: fraudolenta per Luigi Compiano, semplice per ex dirigenti delle società del gruppo. Oltre alla North East Services e alla Vigilanza Compiano, sono stati spulciati i conti di altre tre società satellite riconducibili al Gruppo. Gli accertamenti sono ancora in fase di svolgimento da parte degli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Treviso e i milioni di euro mancanti all'appello sono già decine. Un capo d'imputazione non è ancora stato formalizzato, ma i conteggi della Fiamme Gialle farebbero lievitare la cifra fino a 36. Una voragine che ha travolto il patron della Nes il quale, nel caso in cui le ipotesi d'accusa dovessero venire provate, rischia una condanna pesantissima: la bancarotta fraudolenta prevede infatti una pena compresa tra i tre e i dieci anni di reclusione. Una mazzata che potrebbe davvero privare Luigi Compiano della libertà personale per molto tempo. Le indagini comunque continuano serrate e hanno già portato a escludere i due coindagati nella vicenda Nes da un possibile coinvolgimento nell'ipotesi di bancarotta. Massimo Schiavon, il braccio destro di Compiano nonché responsabile della sala conta del caveau via Belvedere a Silea, e Gianluca Campagnaro, colui che secondo gli inquirenti avrebbe materialmente consegnato il denaro a Schiavon che a sua volta lo consegnava nelle mani del patron della Nes, rimangono indagati soltanto per appropriazione indebita in concorso. Sono altre le persone, sei in tutto, su cui si è posato l'occhio degli inquirenti e su cui la Guardia di Finanza sta effettuando i dovuti accertamenti. Persone che formalmente sono state iscritte nel registro degli indagati e che, secondo gli investigatori, potrebbero aver avuto un ruolo diretto o indiretto nella bancarotta milionaria che viene contestata al patron della Nes.