Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il racconto e la storia del Torneo andato in scena il 12 ottobre

A LA GHIRADA IL XXII GRAN PREMIO "I SALICI"

Nel Lordo successo di Emanuele Duso, netti Viscione e Guadagnin


TREVISO - Sempre molto sentito, l’interesse per la gara dell’anniversario del Golf Club “I Salici”. I golfisti trevigiani sono pressoché tutti passati per questo Circolo, e chi può, non rinuncia a questo revival. Una tappa ormai storica, che si rinnova in questa giornata. A dire il vero, la prima gara, proprio la prima, la più vecchia, nata con l’apertura del Circolo, non poté aver luogo alla Ghirada; il percorso non era agibile. Fu fatta al Golf Prà delle Torri di Caorle, e forse per questo c’è stato sempre feeling tra i due Circoli. Da allora, “I Salici” ne ha percorso di strada. Pianino, a tappe: nel 1992 ELETTRA SALICE è chiamata a seguire un progetto inteso ad arricchire gli impianti della ormai nota Ghirada con uno spazio per il Golf. Vedono la luce, le prime 3 buche, nel ’94 diventano 6, e nel 2006 arrivano a 9, graditissimo Campo pratica di ottimo livello, polmone per la città di Treviso, serbatoio di golfisti che, arrivati ad un certo spessore di gioco incrementano i più blasonati Circoli del Trevigiano, ed in particolare l’Asolo Golf. L’iter continua, e finalmente nel 2010 la trasformazione in campo certificato, che permette al Circolo di far conseguire l’handicap a molti Trevigiani. Per anni anche il sottoscritto ha potuto dare un contributo in tal senso, trasmettendo la conoscenza delle “Regole”, indispensabile per arrivare ad essere un completo golfista. Negli anni ne ho vista passare di gente, sempre belle pe5rsone. Bei giocatori, e ottimi sponsor. MI han visto via via schiarire i capelli, come d’altro canto ho visto cambiare i loro.
Nella giornata di domenica è stata giocata una gara, cui han partecipato, nonostante le minacce del tempo che quest’anno è stato a dir poco ingeneroso, cinquantasette giocatori, partiti shot gun in due turni, alle 9.30, o alle 13,00. Ecco i vincitori del XXII Gran Premio si Salici, reso valido per l’handicap, con l’inserimento della collina nel percorso:
Nel lordo, il trionfo è stato per EMANUELE DUSO, con 27 punti.
In 1^ cat. SERGIO VISCIONE (40 punti), e SERGIO PUSTETTO (35). Nella 2^ cat. MAURO GUADAGNIN (40) e CARLO FORNER (37). Per la cat. NC LORENZO SPADOTTO (punti 34).
1^ lady MARIA SERIO (33) - 1° senior PAOLO CAMOLEI, i cui 35 punti, gli son valsi ad assumere lo scettro del hcp, giacché il CBA è stato di -1.
Ho seguito per un tratto con curiosità un ragazzino di 9 anni, Carlo Forner, gustosissimo da vedere, composto, attento e abile nel gioco. Un insieme di cose che, già in suo possesso a quell’età, fanno pensare per lui ad un futuro di successi. Scommetto su di te Carlo!!
Il Club è assistito da due eccellenti professionisti, che per il loro diverso porsi creano un presidio di valido coronamento nell’istruzione:
MARCO CEOLIN – calmo e paziente, da sempre assiste il titolare ERNEST KOCS, abile e frizzante. Ogni volta che entro in quel Campo vi entro attratto: è un giardino, molto ben curato, dove gli occhi riposano, e dove, durante l’intero corso della stagione, ricevi il piacere di vedere e talvolta anche gustare, eccellenti frutti. I festosi colori delle ottime ciliegie, le susine, le mele, le pere, i grossi fichi, e per finire il cotogno, che con abilità Elettra trasforma in gradite confetture apprezzate dai giocatori in transito per la saletta del club, e che servono ad addolcire il disappunto creato da qualche rattone. E’ un bel posto “I Salici”. Un piccolo rammarico. Penso che se l’imprenditore non si fosse limitato alle nove buche, se ne avesse fatte 18 o 27, e le condizioni per farlo c’erano, ne avrebbe tratto sicura soddisfazione, anche economica. Parola d’onore!!
Paolo Pilla

Galleria fotograficaGalleria fotografica