Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex dirigente dell'istituto compensivo Povegliano-Villorba avrà lo sconto di pena

FALSE SUPPLENZE: DAVIDE GABRIELI HA RESTITUITO I 200 MILA EURO

E' accusato di peculato e accesso abusivo a un sistema informatico



POVEGLIANO
– (gp) Dopo aver ammesso le proprie responsabilità e aver collaborato con la magistratura, ha anche mantenuto la promessa di restituire ogni centesimo dei quasi 200 mila euro sottratti dalle casse dell'istituto comprensivo di Povegliano e Villorba. La posizione processuale di Davide Gabrieli, il 52enne di Carbonera che nel maggio scorso venne arrestato e messo ai domiciliari per peculato e accesso abusivo a sistema informatico ottenendo poi il solo divieto di dimora nei comuni di Villorba e Povegliano, a questo punto si alleggerisce notevolmente. I suoi legali, gli avvocati Massimo Benozzati e Michele Perissinotto, hanno già presentato richiesta di rito abbreviato, sperando magari di arrivare a un accordo con la Procura per un patteggiamento prima dell'udienza preliminare fissata a metà dicembre, dopo che il pm Iuri De Biasi aveva ottenuto il giudizio immediato. “La restituzione dell'intera somma sottratta – afferma l'avvocato Benozzati – considerando la tempistica è segno che quel denaro aveva come unica finalità quella descritta in sede di interrogatorio dal mio assistito. Ovvero fronteggiare le elevatissime spese che Gabrieli avrebbe dovuto sostenere per cure mediche”. L'ultima operazione illecita risale a fine 2012 e tutto il denaro è sempre stato nella disponibilità dell'imputato. Il reato insomma è stato commesso ma il danno, a conti fatti, è stato estinto. Circostanza che giocherà un ruolo fondamentale nella quantificazione della pena. Gabrieli nel frattempo è stato prima sospeso e poi licenziato dall'istituto comprensivo dov'era assunto come dirigente dei servizi generali amministrativi. Secondo l'accusa l'uomo effettuava bonifici su suoi conti correnti, alcuni cointestati con la madre, facendoli passare come rimborsi per supplenze mai eseguite. Il 52enne, in possesso delle password del sistema informatico dell'amministrazione, era in grado poi di far sparire il nominativo del fantomatico supplente dalla lista, lasciando solo traccia del bonifico effettuato. In tutto, dal 2002 al 2012, avrebbe accumulato 197 mila euro. Denaro che è stato restituito fino all'ultimo centesimo.