Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'assessore Cabino attacca: "Le procedure sono state troppo lente"

MAESTRO MANESCO: "FATTO CHE NON PUÒ RESTARE IMPUNITO"

Il sindaco Manildo: "Episodi di questo tipo non possono ripetersi"


TREVISO - “Un fatto inaccettabile che non può restare impunito. Su questa faccenda andrò fino in fondo. La scuola di Treviso deve sapere che il Comune c’è e che episodi di questo tipo non possono ripetersi”. Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo è netto sulla vicenda del maestro violento. Dello stesso avviso anche l’assessore alla scuola del Comune di Treviso Anna Caterina Cabino, che dopo aver appreso la notizia non ha lasciato passare un minuto e ha preso contatto con le scuole coinvolte: “Devo assolutamente ringraziare gli enti preposti che hanno fatto ciò che era giusto denunciando il fatto – dichiara l’assessore Cabino – Come loro siamo consapevoli che ora si apre un periodo difficile soprattutto per i necessari ma lunghi tempi della giustizia. In merito alla questione delle lungaggini è vero: le procedure sono troppo lente, ma non a causa dei dirigenti che hanno prontamente denunciato la situazione. Ora si tratta di adoperarsi perché ci sia da parte del Ministero una decisione immediata”.