Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'assessore Cabino attacca: "Le procedure sono state troppo lente"

MAESTRO MANESCO: "FATTO CHE NON PUÒ RESTARE IMPUNITO"

Il sindaco Manildo: "Episodi di questo tipo non possono ripetersi"


TREVISO - “Un fatto inaccettabile che non può restare impunito. Su questa faccenda andrò fino in fondo. La scuola di Treviso deve sapere che il Comune c’è e che episodi di questo tipo non possono ripetersi”. Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo è netto sulla vicenda del maestro violento. Dello stesso avviso anche l’assessore alla scuola del Comune di Treviso Anna Caterina Cabino, che dopo aver appreso la notizia non ha lasciato passare un minuto e ha preso contatto con le scuole coinvolte: “Devo assolutamente ringraziare gli enti preposti che hanno fatto ciò che era giusto denunciando il fatto – dichiara l’assessore Cabino – Come loro siamo consapevoli che ora si apre un periodo difficile soprattutto per i necessari ma lunghi tempi della giustizia. In merito alla questione delle lungaggini è vero: le procedure sono troppo lente, ma non a causa dei dirigenti che hanno prontamente denunciato la situazione. Ora si tratta di adoperarsi perché ci sia da parte del Ministero una decisione immediata”.