Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Secondo l'accusa si sarebbe appropriato di oltre un milione di euro dei clienti

POLIZZE TRUFFA: ASSICURATORE AXA PATTEGGIA DUE ANNI DI CARCERE

Maurizio Gobbo, 59enne di Paese, ha raggiunto l'accordo con la Procura


TREVISO – (gp) L'agente della Axa assicurazioni spa di Treviso Maurizio Gobbo, 59 anni di Paese, ha raggiunto un accordo con il pm Francesca Torri patteggiando due anni di reclusione per i reati di appropriazione indebita e truffa e ottenendo la sospensione condizionale della pena. Secondo l'accusa l'uomo, difeso dall'avvocato Christian Fornasier, si sarebbe appropriato ai danni dei clienti-risparmiatori di una somma superiore al milione di euro. Dal 2003 al 2012, tra Treviso e Montebelluna, Gobbo, secondo quanto sostenuto nelle denunce da una parte degli undici risparmiatori beffati, si sarebbe appropriato dei soldi ricevuti quali pagamenti di premi d’assicurazione di clienti e dei quali aveva la disponibilità perché - sempre per l’accusa - incaricato della riscossione dei premi da Axa. Gran parte di quel denaro, per il pm Torri, il 59enne non l’avrebbe "girato" ad Axa perché non avrebbe registrato buona parte dei contratti e perché si sarebbe tenuto i soldi anche dopo la cessazione del rapporto di collaborazione con l’agenzia assicurativa di Treviso. Sempre per la Procura Gobbo, incaricato da Axa dell’acquisizione di contratti e della riscossione di premi, avrebbe usato documenti prestampati della Compagnia per raggirare i clienti-risparmiatori. In tale modo non avrebbe registrato le polizze (e il denaro incassato) sul foglio cassa dell’agenzia. Gobbo avrebbe così indotto in errore i clienti sulla reale esistenza dei contratti assicurativi, procurandosi così un ingiusto profitto - secondo la Procura - per altri 435mila euro.