Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra di Soligo, volantini affissi in paese accusano il resto della giunta

"NON HO VOTATO SOLAMENTE PER PROTESTA CONTRO LO STATO"

Il sindaco Nardi: "Comune obbligato a mantenere i minori marocchini"


FARRA DI SOLIGO - Era uscito dalla sala per non votare la delibera con cui la giunta si impegnava a pagare 1.650 euro al mese per l'ospitalità in una struttura protetta di tre Il sindaco di Farra, Giuseppe Nardiragazzini marocchini, residenti nel territorio comunale. Per questo gesto, il sindaco di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi, viene elogiato su dei volantini, affissi l'altra notte in paese: l'anonimo autore dei manifestini, però, se la prende con gli altri assessori, “invitati” ad andarsene a casa, come gli extracomunitari. Proprio per questo il primo cittadino precisa come l'amministrazione abbia dato esecuzione ad un provvedimento del giudice, che prescriveva l'allontanamento dei minori dalla famiglia d'origine e il ricovero in una comunità, in attesa che si concludano le indagini sui presunti abusi di cui è accusato il padre. Di conseguenza, ribadisce, il comune non può sottrarsi a coprire le spese di mantenimento, ma farà tutto il necessario per recuperare le somme anticipate. “L'abbandono della giunta da parte del solo sindaco – spiega lo stesso Nardi – è un segno di protesta nei confronti di uno Stato che lascia morire di stenti i propri cittadini e accoglie gli stranieri senza dare strumenti alle amministrazioni per affrontare adeguatamente le problematiche. E' imposto all'amministrazione di adottare provvedimenti di tutela dei minori per non incorrere in responsabilità penali, adozione avvenuta con un gran mal di pancia anche da parte degli assessori presenti”.