Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra di Soligo, volantini affissi in paese accusano il resto della giunta

"NON HO VOTATO SOLAMENTE PER PROTESTA CONTRO LO STATO"

Il sindaco Nardi: "Comune obbligato a mantenere i minori marocchini"


FARRA DI SOLIGO - Era uscito dalla sala per non votare la delibera con cui la giunta si impegnava a pagare 1.650 euro al mese per l'ospitalità in una struttura protetta di tre Il sindaco di Farra, Giuseppe Nardiragazzini marocchini, residenti nel territorio comunale. Per questo gesto, il sindaco di Farra di Soligo, Giuseppe Nardi, viene elogiato su dei volantini, affissi l'altra notte in paese: l'anonimo autore dei manifestini, però, se la prende con gli altri assessori, “invitati” ad andarsene a casa, come gli extracomunitari. Proprio per questo il primo cittadino precisa come l'amministrazione abbia dato esecuzione ad un provvedimento del giudice, che prescriveva l'allontanamento dei minori dalla famiglia d'origine e il ricovero in una comunità, in attesa che si concludano le indagini sui presunti abusi di cui è accusato il padre. Di conseguenza, ribadisce, il comune non può sottrarsi a coprire le spese di mantenimento, ma farà tutto il necessario per recuperare le somme anticipate. “L'abbandono della giunta da parte del solo sindaco – spiega lo stesso Nardi – è un segno di protesta nei confronti di uno Stato che lascia morire di stenti i propri cittadini e accoglie gli stranieri senza dare strumenti alle amministrazioni per affrontare adeguatamente le problematiche. E' imposto all'amministrazione di adottare provvedimenti di tutela dei minori per non incorrere in responsabilità penali, adozione avvenuta con un gran mal di pancia anche da parte degli assessori presenti”.