Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO "Siamo stati chiamati da alcuni sindaci ma ora ci hanno scaricato"

SIT IN ANTI-PROFUGHI: VENETISTI DENUNCIATI DALLA POLIZIA

In sette sono ora indagati per manifestazione non autorizzata


TREVISO - Sette persone, tra cui alcuni dei "forconi" del presidio di Padernello, della Life e altri venetisti, sono stati denunciati dalla Digos della Questura di Treviso per manifestazione non autorizzata: lo scorso 8 ottobre si resero protagonisti di un sit-in di protesta di fronte alla Prefettura mentre era in corso un vertice sull'accoglienza ai profughi nella Marca a cui stavano prendendo parte buona parte dei sindaci della provincia. I manifestanti non diedero nessuna comunicazione alla Questura alla vigilia del sit-in e per questo è arrivata oggi la notifica del provvedimento. Alcuni degli indagati, convocati oggi negli uffici della polizia, hanno consegnato al momento dell'identificazione una carta d'identità veneta, rifiutandosi di fornire le proprie impronte digitali. "Alcuni sindaci tra cui Loris Mazzorato di Resana e Riccardo Szumski di Santa Lucia di Piave ci chiesero di "venire a dar loro una mano" ma ora ci hanno scaricato e non stanno facendo nulla per aiutarci": questa la denuncia di Gaetano Ferrieri, uno dei manifestanti (GUARDA IL VIDEO).