Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, serve un'analisi delle sezioni del terreno, per fugare ogni dubbio test del C14

IL GIALLO DELLE OSSA: DALLO SCAVO DI VIA FILZI SPUNTANO ALTRI RESTI

Oggi il sopralluogo dell'archeologa della Sovrintendenza di Padova


TREVISO - Ci sono ossa di alcuni scheletri e frammenti di altri teschi nello scavo che martedì, in via Filzi, aveva portato alla luce alcuni resti umani. A trovare i reperti erano stati alcuni operai della Ats: dopo il sopralluogo svolto dagli agenti delle volanti della polizia e della scientifica il pm Iuri De Biasi aveva immediatamente posto sotto sequestro lo scavo per ulteriori accertamenti. A svolgerli è stata in mattinata la dottoressa Marianna Bressan, archeologa della Sovrintendenza ai beni culturali di Padova. Per ora è impossibile datare con precisione i resti: per fugare ogni dubbio non si esclude il ricorso al test del “Carbonio 14”. La principale ipotesi è che risalgano ai primi decenni del secolo scorso. Di certo, e questa è la novita principale, gli scheletri sono certamente più d'uno ma non si tratterebbe di un cimitero bensì, forse, di una sorta di fossa comune. Ora la palla passerà ad Ats che nominerà a sua volta un archeologo che seguirà da venerdì la ripresa dei lavori presso lo scavo.