Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, serve un'analisi delle sezioni del terreno, per fugare ogni dubbio test del C14

IL GIALLO DELLE OSSA: DALLO SCAVO DI VIA FILZI SPUNTANO ALTRI RESTI

Oggi il sopralluogo dell'archeologa della Sovrintendenza di Padova


TREVISO - Ci sono ossa di alcuni scheletri e frammenti di altri teschi nello scavo che martedì, in via Filzi, aveva portato alla luce alcuni resti umani. A trovare i reperti erano stati alcuni operai della Ats: dopo il sopralluogo svolto dagli agenti delle volanti della polizia e della scientifica il pm Iuri De Biasi aveva immediatamente posto sotto sequestro lo scavo per ulteriori accertamenti. A svolgerli è stata in mattinata la dottoressa Marianna Bressan, archeologa della Sovrintendenza ai beni culturali di Padova. Per ora è impossibile datare con precisione i resti: per fugare ogni dubbio non si esclude il ricorso al test del “Carbonio 14”. La principale ipotesi è che risalgano ai primi decenni del secolo scorso. Di certo, e questa è la novita principale, gli scheletri sono certamente più d'uno ma non si tratterebbe di un cimitero bensì, forse, di una sorta di fossa comune. Ora la palla passerà ad Ats che nominerà a sua volta un archeologo che seguirà da venerdì la ripresa dei lavori presso lo scavo.