Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco Manidlo: "Città metropolitana è l'occasione per rilanciare l'occupazione"

TREVISO IN PRIMA FILA ALLA SMART CITY EXHIBITION DI BOLOGNA

La Marca presa come modello per lo sviluppo delle città intelligenti


BOLOGNA - La Smart City Exhibition ha parlato veneto. L’evento fieristico di Bologna, in corso dal 22 al 24 ottobre, ha ospitato questa mattina la tavola rotonda dal titolo “Smart City, Smart Community: quale modello per le realtà urbane di riferimento dei propri territori?” a cui hanno preso parte diversi sindaci e amministratori locali: Giovanni Manildo sindaco di Treviso, Jacopo Massaro Sindaco di Belluno, Andrea Cereser, sindaco di Sandonà di Piave, Alessandra Gazzola, assessore al bilancio del Comune di Treviso, Ofelio Michielan assessore ai lavori pubblici del Comune di Treviso, Giovanni Cunico assessore all’innovazione e alla progettazione europea del Comune di Bassano del Grappa, Otello Paraluppi Segertario generale del Comune di Treviso, Giancarlo Corò professore di economia dell’Università Ca’ Foscari e Michele Masé, volontario politico dell’amministrazione comunale trevigiana.
“Treviso è oggi il comune capofila del progetto Smart City – ha dichiarato il sindaco di Treviso Giovanni Manildo – Nell’incontro di questa mattina abbiamo condiviso le esperienze già avviate e illustrato il modello di governance elaborato in questo primo anno di mandato. Un’occasione positiva di confronto dalla quale è emersa la necessità di proseguire sulla strada già intrapresa da Treviso”.
A descrivere alcune delle azioni “smart” che hanno caratterizzato il lavoro dell’amministrazione nel primo anno di governo del territorio l’assessore al bilancio Alessandra Gazzola: “La redazione delle linee programmatiche ha rappresentato per il Comune di Treviso il primo tentativo per riordinare la programmazione dell’ente e renderla coerente con la visione Smart City che aveva deciso di adottare. Inoltre il Documento unico di Programmazione (DUP) nella sezione strategica implementa la visione smart e la rende coerente con le missioni del bilancio economico. A queste azioni si aggiungono il bilancio sociale e il percorso verso Gli Stati Generali a cui stiamo lavorando”.
Il primo cittadino è inoltre intervenuto nel programma generale dei lavori della Smart City Exhibition al convegno dal titolo “Legge 56/14 e riforma della governance locale in una prospettiva di sviluppo delle economie territoriali: “ La norma costituisce un fischio di inizio nella definizione della Città Metropolitana - ha dichiarato Manildo – Come amministratori abbiamo il compito di dare una risposta in termini istituzionali a una realtà che già esiste. Siamo pronti come capoluogo a lavorare come punto di aggregazione dei comuni così da poter iniziare ad affrontare il problema a livello sovracomunale. Le città metropolitane possono svolgere un ruolo di primo piano nel rilancio dell’occupazione e della crescita del territorio oltre che nella semplificazione burocratica e nell’efficienza dei servizi. In questi termini l’approvazione della “legge Delrio” non chiude il percorso ma lo apre. E’ necessario però che il lavoro sotto il profilo politico, amministrativo e legislativo continui”, ha chiuso il sindaco.