Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra, accusato di violenza sessuale, era finito il magrebino Mouhsine Ouaffar

RAGAZZA MOLESTATA IN STAZIONE: 27ENNE CONDANNATO A 22 MESI

Era gią finito a processo per reati simili, patteggiando la pena


CONEGLIANO – (gp) I fatti contestati sono stati giudicati di lieve entità, motivo per cui la condanna è stata ridimensionata e quantificata in un anno e dieci mesi di reclusione. Questa la decisione del Tribunale di Treviso nei confronti di Mouhsine Ouaffar, un 27enne marocchino che nel dicembre 2012 molestò pesantemente una ragazza che all'epoca dei fatti aveva 21 anni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la giovane sarebbe stata avvicinata dall'imputato nei pressi della stazione di Conegliano. Lui prima avrebbe tentato un normale approccio e poi, di fronte al rifiuto della giovane, avrebbe iniziato a strattonarla, a toccarla e a minacciarla riuscendo a darle un bacio sul collo. Molestie che sarebbero continuate anche lungo il binario, quando le minacce, condite da offese, si sono fatte più serie: “Ti ammazzo, l'altra volta che ti ho vista in sala d'attesa volevo entrare e ucciderti”. Parole che hanno spinto la giovane a denunciare l'accaduto alla Polizia Ferroviaria, mandando il 27enne a processo per violenza sessuale e minacce. Non è la prima volta che il magrebino finisce in un'aula di tribunale, sempre per reati a sfondo sessuale. Per aver tentato di violentare una 13enne nel sottopasso della stazione ferroviaria di Spresiano, aveva patteggiato un anno e sei mesi. Per quei fatti venne anche arrestato e messo in seguito ai domiciliari. Domiciliari dai quali evase rendendosi protagonista di un'altra serie di molestie a sfondo sessuale ai danni di due ragazzine a bordo del treno regionale che collega Treviso a Conegliano. Il giudice lo condannò ad altri nove mesi di carcere per l'evasione.