Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra, accusato di violenza sessuale, era finito il magrebino Mouhsine Ouaffar

RAGAZZA MOLESTATA IN STAZIONE: 27ENNE CONDANNATO A 22 MESI

Era già finito a processo per reati simili, patteggiando la pena


CONEGLIANO – (gp) I fatti contestati sono stati giudicati di lieve entità, motivo per cui la condanna è stata ridimensionata e quantificata in un anno e dieci mesi di reclusione. Questa la decisione del Tribunale di Treviso nei confronti di Mouhsine Ouaffar, un 27enne marocchino che nel dicembre 2012 molestò pesantemente una ragazza che all'epoca dei fatti aveva 21 anni. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la giovane sarebbe stata avvicinata dall'imputato nei pressi della stazione di Conegliano. Lui prima avrebbe tentato un normale approccio e poi, di fronte al rifiuto della giovane, avrebbe iniziato a strattonarla, a toccarla e a minacciarla riuscendo a darle un bacio sul collo. Molestie che sarebbero continuate anche lungo il binario, quando le minacce, condite da offese, si sono fatte più serie: “Ti ammazzo, l'altra volta che ti ho vista in sala d'attesa volevo entrare e ucciderti”. Parole che hanno spinto la giovane a denunciare l'accaduto alla Polizia Ferroviaria, mandando il 27enne a processo per violenza sessuale e minacce. Non è la prima volta che il magrebino finisce in un'aula di tribunale, sempre per reati a sfondo sessuale. Per aver tentato di violentare una 13enne nel sottopasso della stazione ferroviaria di Spresiano, aveva patteggiato un anno e sei mesi. Per quei fatti venne anche arrestato e messo in seguito ai domiciliari. Domiciliari dai quali evase rendendosi protagonista di un'altra serie di molestie a sfondo sessuale ai danni di due ragazzine a bordo del treno regionale che collega Treviso a Conegliano. Il giudice lo condannò ad altri nove mesi di carcere per l'evasione.