Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un 41enne di Conegliano: dovrà pagare 300 euro di ammenda

S'INNAMORA DI UNA 14ENNE E LA MOLESTA VIA SMS: CONDANNATO

Per sette mesi avrebbe tentato di invitare l'adolescente a casa sua


CONEGLIANO – (gp) Si era invaghito di quella ragazzina di appena 14 anni e avrebbe tentato, con troppa insistenza, di invitarla a casa sua. Condotte che sono costate il processo per molestie a un 41enne di Conegliano. L'uomo, raggiunto da un decreto penale di condanna da 30 giorni di arresto, convertito in 7.500 euro di multa, aveva deciso di presentare opposizione convinto di poter dimostrare la propria innocenza. Di diverso avviso il giudice, che ha pronunicato una sentenza di condanna a 300 euro di ammenda, di cui 200 a titolo di risarcimento danni alla giovane. Nonostante il pm avesse chiesto l'assoluzione, il processo ha appurato che aveva ragione il padre della ragazzina, colui che decise di denunciare l'uomo dopo aver ascoltato il racconto della figlia, la quale voleva mettere fine a quei continui messaggi che lasciavano intendere che un loro incontro si sarebbe trasformato più in un appuntamento a luci rosse che in un semplice aperitivo tra amici. I fatti contestati risalgono al giugno 2011, e si sono protratti fino a febbraio 2012. L'uomo si presentò via sms alla ragazzina dicendole che aveva trovato il suo numero di cellulare scritto sul muro della stazione delle corriere di Conegliano. Lei rispose ai primi messaggi, peraltro innocui, ma col passare dei giorni le richieste del 41enne si sarebbero fatte sempre più pressanti ed esplicite. Tanto che la giovane decise di confidarsi con i genitori i quali chiamarono il 112 facendo scattare la denuncia nei confronti del 41enne.