Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'affondo: "Mi sembrano gerarchi nazisti, dicono di dover eseguire gli ordini"

MULTA DI 1750 EURO DELLO SPISAL: PORTA UNA MUCCA PER PAGARLA

Iniziativa choc di Cesare De Stefani, titolare dell'Osteria senz'Oste


MONTEBELLUNA - Per pagare una multa da 1750 euro, inflitta dallo Spisal dell'Ulss9 per la mancanza di un documento nella pratica di assunzione di un dipendente, ha portato direttamente presso gli uffici una mucca di sua proprietà. L'iniziativa choc è di Cesare De Stefani, titolare dell'Osteria Senz'Oste di Valdobbiadene. "Pago con un bene di mia proprietà, e di valore superiore" ha spiegato l'imprenditore, titolare anche di una macelleria sempre a Valdobbiadene.
De Stefani era finito più volte nel mirino per alcune maxi-multe con cui l'Agenzia delle Entrate aveva sanzionato la sua attività sui colli del prosecco.
La vacca, per la cronaca, si è rifiutata di entrare negli uffici e dopo una trattativa tra De Stefani ed il direttore dello Spisal è potuta tornare nella sua usuale collocazione: la stalla che si trova adiacente all'Osteria Senz'Oste.
"Una sanzione immorale che risale al giugno scorso e sono in grado di dimostrare quanto sia ingiusta -ha spiegato De Stefani ai nostri microfoni- purtroppo la sanzione non permette di fare ricorso e, non avendo disponibilità economica, o portavo gli animali al macello o li portavo allo Stato. Ho avuto a che fare con due funzionari che sono gerarchi nazisti, se gli ordinassero di sparare in un asilo lo farebbero".