Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO E FOTO la polizia locale ordina lo sgombero a Ztl per pericolo di crollo

BLITZ DEL COLLETTIVO: OCCUPATA ALL'ALBA L'EX CASERMA "PIAVE"

L'area di via Monterumici, una discarica a cielo aperto, allarme eternit


TREVISO - Blitz all'alba dei ragazzi del Collettivo Ztl alla ex caserma Piave di via Monterumici, in zona Eden. I componenti del gruppo, capeggiati da Nicola Vendraminetto e Gaia Righetto, sono penetrati all'interno dell'area occupandola: subito sono cominciate le operazioni di pulizia di una parte dell'ex caserma, dismessa da oltre 20 anni, avvolta dalla vegetazione e divenuta nel tempo una sorta di discarica a cielo aperto. A preoccupare sono soprattutto delle coperture in eternit abbandonate li da anni ma nei vari edifici c'è davvero un pò di tutto: decine di biciclette, rinvenute in passato dalla polizia locale, uno scatolone con vari mazzi di chiavi e relative denunce di ritrovamento delle forze dell'ordine, sacchetti con vestiti, elettrodomestici, sanitari, materassi, mobili dismessi ma anche i vecchi pannelli per i manifesti elettorali, ecc.. La polizia locale è intervenuta sul posto poco dopo le 12 per ordinare ai membri del Collettivo di andarsene attraverso una diffida: un'ordinanza del 2013 definisce gli edifici come pericolanti con il rischio di crolli delle strutture al suo interno.

Manildo ordina: "Venite fuori subito, è pericoloso"

“I ragazzi di Ztl devono lasciare immediatamente lo stabile. Si tratta di una struttura pericolante che mette a repentaglio la loro incolumità”. Questo il messaggio mandato questa mattina dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo ai ragazzi del Collettivo Ztl che proprio nella giornata di oggi hanno occupato la Caserma Piave. “C'è il rischio concreto che qualcuno possa farsi male. Non trasformiamo la protesta in tragedia – sottolinea il sindaco – Sappiamo tutti che quell'immobile deve essere riconsegnato alla cittadinanza ed è per questo che da tempo stiamo lavorando affinché possa realizzarsi al più presto un progetto di social housing”. Intanto già questa mattina l'amministrazione comunale che è anche proprietaria dell'immobile si è vista costretta a notificare la diffida nei confronti dei referenti delle persone che hanno preso parte all'occupazione. “Ho più volte detto che l'occupazione non è un metodo che condivido – ribadisce Manildo – L'amministrazione ha il compito di lavorare per garantire i diritti di tutti i cittadini, non solo di questo o quel gruppo. Per questo per affrontare la questione degli spazi abbiamo scelto la via dei bandi. Nei mesi scorsi lo abbiamo fatto con due stabili l'ex Filt-Cgil e l'ex Actt che sono stati vinti rispettivamente da Marca Lab, associazione di cui i ragazzi di Ztl fanno parte, e la Rete degli Studenti Medi. La prossima settimana saranno pronti i contratti e si potrà procedere con la consegna degli immobili. Inoltre con l'assessore al patrimonio stiamo verificando la disponibilità di altri luoghi abbandonati e lasciati vuoti dalla precedenti amministrazioni leghiste. Siamo a buon punto e contiamo di emettere altri bandi nei prossimi mesi. Inoltre sempre sul fronte degli spazi la prossima settimana, in consiglio comunale dovrà essere approvato un regolamento attraverso il quale le sale comunali potranno essere utilizzate da tutti, oltre che dai partiti politici e dalle associazioni con regole condivise e chiare”.