Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO I carabinieri di Genova arrestano un imprenditore edile calabrese di 42 anni

CARICO DI COCAINA ARRIVATO NELLA MARCA: UN ERRORE DEI TRAFFICANTI

Due borsoni colmi di polvere bianca trovati a Castelfranco nel 2013


CASTELFRANCO - Nell'aprile del 2013 i carabinieri trovarono all'interno di un container, giunto a Castelfranco, due borsoni con 51 kg di cocaina suddivisa in 48 panetti. Dopo oltre un anno di indagini è stato arrestato dai militari del comando provinciale di Genova, su ordine di custodia cautelare in carcere, un impresario edile di 42 anni, Salvatore Avignone. L'uomo, calabrese di Cittanova, deve rispondere del reato di importazione di sostanze stupefacenti. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Genova il carico di cocaina giunse per errore nella Marca: il container, proveniente dal Perù, conteneva materiale tessile destinato a più aziende venete (materassi, cuscini, tende). A ritrovare i borsoni carichi di cocaina sono stati gli operai di una ditta di Castelfranco, incaricata dello smistamento della merce.


Galleria fotograficaGalleria fotografica