Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Le venti opere dell'artista friulana indagano il rapporto tra uomo e ambiente

DAL CENTRO ALLA PERIFERIA: IN MOSTRA LE "GONG CITIES" DI MARA FABBRO

L'esposizione giovedi allo Spazio Open Bevacqua Panigai di Treviso


(ag) Seguono un'estensione progressiva, quasi inarrestabile, che parte dal centro per poi crescere indefinitamente.
Le opere di Mara Fabbro evocano grandi metropoli riprese dall'alto: le definisce “Gong Cities”, come lo strumento musicale a percussione dell'antica Cina.
Così, secondo l'artista friulana, attesa allo Spazio Open Bevacqua Panigai di Treviso, le città oggi si dilatano nello spazio bruciando risorse, creando periferie... Ma conservando, tuttavia, una magnetica attrazione.
Dal 30 ottobre saranno in mostra una ventina di opere, espressione di un progetto espositivo che racconta l’equilibrio sempre più precario tra uomo e ambiente attraverso la rappresentazione di alcune delle città più importanti e riconoscibili del pianeta.
L'indagine di Fabbro parte dall'uso di materiali naturali e di scarto, come il legno, la cenere, la sabbia o i fondi di caffè, che vanno a creare un impasto sabbioso poi manipolato, steso su tela ed infine colorato seguendo i cromatismi della natura.
Uno stile, quello di Mara Fabbro, che l'ha portata a mostrare la sua arte negli spazi più prestigiosi in Europa e nel mondo.
L'esposizione “Gong Cities” inaugura giovedì 30 ottobre, dalle ore 19 nella Galleria Spazio Open Bevacqua Panigai di Piazza Sant'Andrea a Treviso.

La mostra di Treviso sarà preludio dell'esposizione pubblica a Palazzo Sarcinelli a Conegliano a cura del dott. Giovanni Granzotto, che sarà inaugurata il 29 novembre prossimo.

Galleria fotograficaGalleria fotografica