Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Uil lancia un dibattito sullo sviluppo compatibile del Canova

FUTURO DELL'AEROPORTO DI TREVISO, LAVORATORI SEMPRE PIÙ PREOCCUPATI

Il segretario Martini: "A rischio gli addetti a tempo determinato"


TREVISO - Quale sarà il futuro dei lavoratori dell'aeroporto di Treviso? La domanda circola con crescente insistenza tra i 144 dipendenti di AerTre, la società che gestisce lo scalo della Marca, dopo la bocciatura del piano di sviluppo del “Canova” da parte della commissione Via e la possibile conseguente dismissione da parte Enrico Marchi, presidente della società di controllo Save. Da anni l'aeroporto è al centro di un'intricata vicenda: il numero di voli autorizzati, 16.300 all'anno, secondo il gruppo Save è insufficiente a garantire il ritorno degli investimenti. Dall'altra parte, si contrappongono residenti e comitati che chiedono garanzie per la sicurezza, l'ambiente e la tranquillità degli abitanti.
In ballo anche la questione occupazionale: se i dipendenti diretti possono godere di tutele e nel caso, potrebbero venir trasferiti a Tessera, a rischio sono soprattutto gli addetti a tempo determinati, assunti soprattutto per la stagione estiva (da marzo ad ottobre), quando la concentrazione di voli è più elevata. Senza contare poi almeno altre 200 persone impegnate nell'indotto, da taxi e bus, a bar, noleggi auto, vigilanza. La preoccupazione tra i lavoratori è in crescita, spiega Siro Martini, segretario territoriale della Uil Trasporti.
Secondo il sindacato è possibile trovare una soluzione che garantisca un sviluppo compatibile. L'obiettivo è non perdere comunque quella che il segretario confederale della Uil Treviso Belluno, Carlo Viel definisce una grande opportunità per tutta la città.
Per questo il sindacato ha promosso un convegno per mettere attorno ad un tavolo tutti i soggetti coinvolti. Il leader regionale della Uil Trasporti, Brunero Zacchei.