Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz della DDA a Silea, in carcere Marco Laboriosi e Davide Rea, di 23 e 26 anni

TRAFFICO DI DROGA: ARRESTATI DUE GIOVANI CAMIONISTI NAPOLETANI

Da qualche mese si erano trasferiti a Treviso per sfuggire alla cattura


TREVISO - I carabinieri della DDA di Napoli, supportati dai militari di Maddaloni (Napoli) e di Treviso hanno arrestato all'alba di oggi due camionisti campani che da alcuni mesi lavoravano nel capoluogo della Marca e vivevano a Silea, in viale della Libertà. Si tratta di Marco Laboriosi, 26enne di Napoli, e di Davide Rea, 23enne residente a Pedimonte Matese (Napoli). Entrambi sono stati arrestati e portati presso il carcere di Santa Bona su ordine di custodia cautelare in carcere firmato del gip del tribunale di Napoli: devono rispondere della pesantissima accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e al traffico di sostanze stupefacenti. I fatti contestati sono avvenuti nel territorio casertano nel periodo che va dal maggio al novembre del 2012. Alcuni mesi fa il 26enne ed il 23enne avevano lasciato il proprio territorio di origine per trasferirsi a Treviso: pensavano così di sfuggire alla cattura, trovando impiego come trasportatori presso una ditta del capoluogo. Da tempo gli investigatori della Direzione Distrettuale Antimafia erano sulle loro tracce.