Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ieri sera assemblea per decidere come riutilizzare i vari edifici

"SE CI SGOMBERANO SI ASSUMO LA RESPONSABILIT└ DI QUEL CHE SUCCEDE"

Il collettivo Ztl ribadisce la volontÓ di rimanere all'ex caserma Piave


TREVISO - L'occupazione dell'ex Caserma Piave prosegue: lo confermano gli attivisti del collettivo Ztl Wake Up che da sabato scorso sono entrati nello stabile chiuso ed abbandonato da anni. I giovani spiegano di essere disponibili alla trattativa ed invitano i rappresentanti dell'amministrazione comunale ad un incontro per valutare le possibilità di gestione anche di una parte dell'area. D'altro canto ribadiscono l'auspicio che non si passi ad azioni di forza, come lo sgombero: "deliri securitari che ricordano da vicino un ventennio passato", sottolinea Nicola Vendraminetto, uno dei portavoce del gruppo. Altrimenti, avverte Vendraminetto, "ciascuno dovrà assumersi le proprie responsabilità".
Intanto il collettivo ha tenuto un'assemblea per decidere quali attività mettere in campo nel complesso: oltre allo sfalcio di cespugli ed erbacce proliferate in questi anni, è già iniziata la risistemazione di tre fabbricati, per trasformali in un'aula studio, una palestra e uno spazio per concerti. Verrà creata anche un'officina per la riparazione delle biciclette. Ma c'è anche l'idea di indire una giornata di lavori aperti a tutti, magari già nel prossimo fine settimana.