Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Giavera, la ragazza 23enne ora vive una vita normale e potrà tornare al lavoro

SALVATA DAL FIDANZATO, WENDY SI RACCONTA A "UNOMATTINA"

Lui, guidato via telefono dal Suem, ha praticato il massaggio cardiaco


GIAVERA - La storia di Wendy Mandziy, la giovane ventitreenne di Giavera del Montello che la scorsa estate, colpita da arresto cardiaco, è stata salvata grazie al pronto intervento del fidanzato, sarà raccontata domani in diretta su Rai Uno alle 10.00 nel corso della trasmissione “Unomattina - Storie vere”. Una vicenda che unisce sentimento, sangue freddo e professionalità, quella di Wendy e del fidanzato Alessandro Mazzochel, assessore alla cultura del Comune di Volpago, che alle 6.20 del 7 luglio scorso, al risveglio, sente i rantoli della ragazza. Passati i primi istanti, quando immaginava che si trattasse solo di un brutto sogno, Alessandro si accorge che il corpo di Wendy era rigido, il volto color violaceo, gli arti contratti, il respiro che mancava. Resosi conto che la situazione era grave, il giovane non perde un attimo: contatta il 118 che, illustrata la situazione, guida il ragazzo nelle manovre di primo soccorso- Alessandro non si perde d’animo: ascolta le istruzioni dell’operatore del 118 e pratica il massaggio cardiaco fintantoché arrivano i soccorsi. I paramedici praticano più scariche di defibrillatore e dopo la terza il cuore inizia a ripartire nonostante Wendy fosse in coma. La ragazza viene immediatamente trasferita nel reparto di Terapia intensiva del San Valentino di Montebelluna diretto dal dottor Moreno Agostini, assistita dai medici e dal personale della struttura che - come affermano i due fidanzati - “Sono stati come una seconda famiglia; abbiamo ricevuto tante cure e si è creato un rapporto speciale tanto che tuttora ci sentiamo spesso”. Wendy è rimasta riconverata per una settimana in Terapia intensiva e qualche giorno in Medicina generale. Ora sta bene. Non ha riportato alcun trauma o danno fisico. Ha iniziato un percorso terapeutico per curare il disturbo del comportamento alimentare di cui soffre e che ha contribuito all’arresto cardiaco. “Spero che la mia storia possa servire anche ad altre persone che soffrono del mio stesso disturbo e aumenti la consapevolezza che di disturbi del comportamento alimentare si può morire”.

Galleria fotograficaGalleria fotografica