Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'autopsia ha escluso malori: fatale al 17enne la fuoriuscita di strada in moto

A UCCIDERE MIRKO CABERLOTTO È STATA UNA FRATTURA CERVICALE

Firmato il nulla osta per la sepoltura: non ci sarebbero responsabilità altrui


MONTEBELLUNA – (gp) L'autopsia effettuata sul corpo di Mirko Caberlotto ha sciolto gli ultimi dubbi sul sinistro costato la vita al 17enne. I risultati dell'anatomopatologo Alberto Furlanetto hanno confermato che a uccidere il giovane è stata la caduta: fatale infatti la frattura delle vertebre cervicali. Il pm Iuri De Biasi, titolare del fascicolo aperto sul caso, ha concesso il nulla osta per la sepoltura. L'incidente si era verificato venerdì scorso lungo via Sant'Andrea a Montebelluna. Il giovane, mentre era in sella a una moto Honda 650, ha perso il controllo del mezzo, che non poteva guidare e che era privo di assicurazione, finendo fuori strada. La moto, stando a quanto accertato dalla polizia locale di Montebelluna, apparteneva a un amico del padre della vittima, che l'aveva a sua volta ereditata dal padre recentemente scomparso. Tutto fa pensare che il 17enne l'avesse presa per provarla senza avvertire il proprietario. Le indagini mirano infatti a capire come siano andate in realtà le cose: nel caso in cui il proprietario l'avesse volutamente affidata al ragazzo potrebbe configurarsi il reato di omicidio colposo. Il pm però è stato chiaro sostenendo che nulla al momento fa pensare che possa essere accaduto.