Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Nella famiglia entrano anche le magliette rosse della Tarvisium

I DRAGHI CONTINUANO A INCENDIARE LO SPORT DI MARCA CON IL TIFO CORRETTO

In tredici anni di progetto educati sugli spalti ben 35 mila ragazzini



TREVISO
- Quattordici edizioni di Draghi a Treviso e la famiglia si allarga. Da quest'anno sportivo, infatti, un'altra società storica del trevigiano si unisce al lotto delle big dello sport di vertice di Marca. E' la Volteco Ruggers Tarvisium, che in questo inizio di stagione sta strabiliando nel proprio campionato di serie A di rugby, si affiancherà alle oramai consolidate del Benetton Rugby, Treviso calcio, Imoco Volley Conegliano, De' Longhi Treviso Basket e il Marchiol Rugby Mogliano.
Il progetto della prima Scuola di Tifo corretto e pulito per Under 14, “Tifiamo Insieme – I Draghi” al giro di boa dei 13 anni, ha coinvolto circa 35 mila mini-tifosi, due generazioni di sportivi trevigiani che hanno imparato il tifo “pro” e non “contro” sulle tribune degli stadi e dei palasport delle principali squadre della Marca.
Eravamo Draghi... Sugli spalti dal 2002Un progetto realizzato in collaborazione da Provincia di Treviso e Cooperativa Comunica, unico a livello europeo, che nel corso degli anni oltre ad educare alla cultura sportiva migliaia di giovani e le loro famiglie, è stato più volte premiato con riconoscimenti (Lega Calcio Serie A, Fondazione Re Baldovino, Segreteria Presidenza del Consiglio, Panathlon, ecc), contributi speciali e anche “esportato” (EA7 Milano basket, Rovigo volley e rugby, varie città europee, ecc) e studiato in varie altre realtà.
Quest’anno, le squadre coinvolte che avranno sui loro spalti l’animazione dei giovani tifosi con animatori professionisti della Cooperativa Comunica, che coloreranno e renderanno vivacissimo il settore “Draghi” con bandiere, striscioni, tamburi, sound stick e tanti cori e applausi, sono tutte le squadre di spicco del panorama sportivo trevigiano. Per prendere parte all'iniziativa si dovrà accedere all'impianto con ingresso gratuito in un settore apposito dper gli Under 14 che vorranno far parte alla Scuola di Tifo. Da novembre a giugno saranno 35 le partite “animate” dagli operatori della Cooperativa Comunica, una “squadra” di 15 ragazzi coordinati dai responsabili del progetto Simone Fregonese e Cecilia Zuppini. Domenica scorsa l’esordio sugli spalti di Monigo per la Champions, tra i Leoni del Benetton e il Racing Parigi, domenica i Draghi saranno al Palaverde per De’ Longhi Treviso-Basket-Latina e il 9 novembre per il volley femminile con Imoco Volley-Yamamay. Tutte le info sulla pagina facebook ufficiale dei Draghi.


"Lo sport di vertice trevigiano unito con I Draghi"
Le parole dei protagonisti intervenuti alla presentazione ufficiale

Un momento della presentazione 2014/15Alla presentazione ufficiale della 14^ edizione erano presenti i vertici della Provincia di Treviso, e i rappresentati di Comunica e delle società partecipanti. “Siamo orgogliosi perché I Draghi sono un progetto nel quale abbiamo fermamente creduto sin dall’inizio – ha detto Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – e che ha portato a grandi risultati, facendoci diventare la prima scuola di tifo in Italia e in Europa. Siamo orgogliosi, e nonostante lo Sport sia una delle competenze in bilico che ancora non sappiamo se resteranno alle Province, vorrei inserire i Draghi tra i progetti speciali gestiti sempre dalla Provincia di Treviso”. E aggiunge Paolo Speranzon, assessore allo Sport della Provincia di Treviso: “questo progetto è la dimostrazione che si possono crescere i giovani e la società educando al tifo corretto – ha detto – Lo sport trevigiano è tornato unito e lo dimostra anche coi Draghi”. A rendere possibile e fattibile il progetto la Cooperativa Comunica. "I nostri animatori diventano dei veri e propri modelli per i più piccoli – le parole di Christian Bruniera, vicepresidente Comunica – ci rende grande soddisfazione aver notato che alcuni ex “draghetti”, ora fanno parte proprio della squadra degli animatori che segue i bambini allo stadio o al palazzetto”. Il problema tifo violento è ben noto nei paesi sudamericani come testimonia il capitano della De' Longhi Tvb Agustin Fabi "Io sono argentino e nel mio Paese abbiamo qualche problema di tifo, quindi trovo che questa sia un’iniziativa fantastica, per vivere lo sport in maniera diversa”. Al Palaverde ogni domenica sarà terrà di Draghi anche per la presenza delle Pantere dell'Imoco. “Sono felice che l’Imoco rappresenti anche la parte “rosa” dello sport – ha detto il tecnico Nicola Negro – Vorrei che le mie pantere diventassero l’esempio per le ragazzine di come si possa essere ragazze e donne vincenti anche tramite lo sport e non solo nei talk show o in televisione”. Sotto gli occhi dei riflettori, il calcio, e per questo si spera che l'esempio Draghi possa continuare a coinvolgere sempre più realtà: "sono una cosa meravigliosa, io stesso me ne sono accorto andando a vedere le partite degli altri I protagonisti nella sede de La Provincia di Trevisosport – Matteo Ton, capitano del Treviso – spero che altre società nel calcio seguano il nostro esempio”. Tra quelli che c'erano dall’inizio il Benetton Rugby del capitano Antonio Pavanello "anche se a livello di tifo abbiamo sempre avuto meno problemi di altre discipline, è importante sensibilizzare al tifo corretto. Ad esempio, da qualche anno il calciatore che sta effettuando la sua rincorsa per piazzare, non viene più fischiato dal pubblico, è una conquista anche per il rugby. Un ultimo appunto: bisogna lavorare anche sui genitori, perché spesso vediamo cattivi esempi di tifo da parte loro più che dai ragazzi.” E il rugby sarà ben rappresentato anche con Mogliano e Tarvisium "I Draghi sono una cosa bellissima - spiega Ino Pizzolato, anima e responsabile tecnico Volteco Tarvisium– Lo sport serve a educare e se riusciamo a coinvolgere anche il tifo, otteniamo una crescita collettiva che coinvolge il gioco, la scuola, la famiglia, per il bene della società”. Infine le parole di Alex Morsellino, giocatore del Marchiol Mogliano “Ho toccato con mano in prima persona la necessità dei più piccoli di avere dei riferimenti, partecipando proprio a iniziative con Comunica, per questo non posso che applaudire l'iniziativa.”


Cooperativa Comunica, l'anima dei draghi
Da oltre dieci anni opera nel settore educazione e formazione

Lo staff di Cooperativa ComunicaCHI SONO. La Cooperativa Comunica nasce nell’Aprile del 2002 ad opera dei medesimi soci fondatori dell’Associazione Comunica, associazione culturale-educativa trevigiana che negli anni precedenti aveva promosso, progettato e gestito numerose attività nell’ambito dell'educazione e animazione. Comunica opera da oltre dieci anni nel campo dell'educazione e della formazione, con Centri Estivi (13 gestiti nel 2014), Doposcuola, Tempi Integrati, (collaborando con le scuole di ogni ordine e grado, con le biblioteche comunali o direttamente presso la propria sede), progetti con Ministeri ed Enti pubblici e privati, ed è tra i riferimenti nel settore per quanto riguarda Animazione e organizzazione di Eventi sociali, specie rivolti a giovani e famiglie.
I NUMERI. Sono 8000 ogni anno le famiglie che entrano in contatto con Comunica, oltre 2500 ogni estate per i Centri Estivi realizzati in 11 comuni della Marca: la Coop ha nel suo organico 300 tra dipendenti, collaboratori e animatori, con alta percentuale di donne, mamme e under 30 che trovano un’importante collocazione lavorativa e professionale. Lo scopo della Cooperativa Comunica è la promozione dei giovani nel loro vivere sociale e nella sua formazione ed educazione anche, e in particolar modo, in collaborazione con le scuole e gli enti pubblici (ULSS, Comuni, Scuole, Provincia di Treviso, Confcooperative Veneto e Provincia di Treviso, Ministero della gioventù, Università, Società Sportive, CONI, Unione Europea, ecc). Due le sedi in Via Galvani a Carità di Villorba, sede legale a Treviso.