Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assessore Cabino: "Un segnale che anche quei luoghi sono presidiati dall'affetto"

TOMBE DI BIMBI ABBANDONATE, I FIORI LI METTE IL COMUNE

Grazie a due vivai, verranno poste piantine nella ricorrenza dei Defunti


TREVISO - Nei cimiteri di Treviso, diverse tombe non vengono curate: si tratta di sepolture molto vecchie, ma anche di persone scomparse in anni recenti, i cui parenti, però, per varie ragioni non si occupano. Una condizione che rattrista, a maggior ragione nel caso in cui le lapidi ricordino dei bambini: da una ricognizione effettuata dal Comune, sono circa 120 le tombe appartenenti a morti in tenera età abbandonate a se stesse. Spettacolo desolante, ancor più nei giorni della ricorrenza dei Defunti.
Così a questi piccoli trevigiani dimenticati ha deciso di pensarci l'amministrazione comunale, almeno in occasione della festività del 2 novembre. L'assessore Anna Caterino Cabino, che tra le sue deleghe ha anche quella per i servizi cimiteriali, ha inviato una lettera alle aziende florovivaistiche attive nel capoluogo per spiegare loro le intenzioni di Ca' Sugana: due imprese, Barbazza e Garden Center Pavan, hanno aderito al progetto ed hanno donato un'ottantina di piante di crisantemi, margherite e gerbere. In questi giorni gli addetti del comune provvederanno a distribuirle accanto alle varie sepolture nei diversi camposanti cittadini.

"Anche quei luoghi presidiati dall'affetto della città"
L'assessore Anna Caterina Cabino spiega le ragioni dell'iniziativa

L'assessore Anna Caterina Cabino ribadisce come l'attenzione e il ricordo dei defunti sia uno dei segni distintivi di qualsiasi civiltà, sottolineato in innumerevoli opere letterarie: "Un fiore per una tomba: poteva essere questo lo slogan che accompagnava la nostra iniziativa - rimarca l'esponente della giunta Manildo -. L'idea costruire un legame ancora più forte, anche nei ricordi e nelle emozioni, con i cittadini di Treviso. E' un simbolo che ci hanno aiutato a realizzare alcuni vivaisti, che ringrazio sentitamente: con i loro fiori potremo indicare questo legame di affetti che non si spezza anche con le persone che non ci sono più, soprattutto quando sono bambini. Un vasetto di fiori per ogni tomba non ce la faremo, però vogliamo dare un segnale che quello è un luogo presidiato dall'affetto della città”.