Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio in via Pisa, l'uomo era ubriaco, tornavano insieme da una festa

RINCHIUSA IN CAMERA, PICCHIATA E VIOLENTATA DA UN MANIACO

Arrestato dalla polizia un marocchino 39enne, vittima una 23enne


TREVISO - Rinchiusa nella sua stanza da letto, picchiata e stuprata dal conoscente di un amico. Lo sconcertante episodio è avvenuto domenica mattina all'interno del grattacielo di via Pisa. Vittima degli abusi una ragazza marocchina di 23 anni, residente nel veronese. Il violentatore, arrestato dalla polizia, è un connazionale di 39 anni con alcuni precedenti per spaccio di droga ed irregolare sul territorio nazionale.
L'uomo si trova attualmente ricoverato presso il Ca' Foncello: deve rispondere di violenza sessuale oltre a resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Quando i medici lo dimetteranno per lui si apriranno le porte del carcere di Santa Bona. Durante le fasi concitate dell'arresto il 39enne, completamente ubriaco, si era infatti ferito da solo con un vetro. La ragazza, sotto choc, si trova ricoverata presso il reparto di ginecologia del nosocomio trevigiano. Sull'episodio indagano ora gli investigatori della squadra mobile che hanno ricostruito le ore che hanno preceduto lo stupro.
La ragazza aveva partecipato con altri connazionali ad una festa, a Follina, che si era protratta ben oltre l'alba: quello che si rivelerà il suo aguzzino, conoscente di alcuni amici della 23enne, si è offerto di riaccompagnarla a Treviso con un altro connazionale, il buttafuori del locale. A guidare durante il tragitto era quest'ultimo; il 39enne, a causa dell'alcool, era infatti completamente ubriaco.
La giovane avrebbe dovuto fare ritorno a Verona, in treno, e aveva chiesto di essere portata in stazione. L'autista però decide di fermarsi prima a casa, in un appartamento di via Pisa, si allontana e così facendo lascia la 23enne in balia dell'amico. Il 39enne, anche lui residente nel grattacielo, trascina la giovane nel suo appartamento, chiude la sua stanza da letto a chiave e abusa di lei. Le sue urla di terrore attirano l'attenzione degli altri connazionali che vivono nell'appartamento e di alcuni residenti del palazzo: insieme, prima dell'arrivo della polizia, riescono a sfondare la porta e a permettere alla 23enne di mettersi in salvo e di scappare sulle scale. Gli agenti, non senza difficoltà, riescono a stringere le manette ai polsi allo straniero dopo una lunga trattativa: il 39enne, oltre ad autoferirsi con alcuni vetri, ha pure cercato di barricarsi in casa per sfuggire all'arresto.