Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa Ennio Pasqualetto, pensionato 66enne: le vittime chiedono 7 mila euro

AUTO RIGATE A PREGANZIOL: IL PM CHIEDE UN ANNO DI RECLUSIONE

Nel giro di un anno avrebbe sfregiato 23 vetture armato di punteruolo



PREGANZIOL
– (gp) Un anno di reclusione e 7 mila euro di risarcimento oltre alle spese processuali. Queste le richieste di condanna formulate rispettivamente dal pm e dalle parti civili nel procedimento penale a carico di Ennio Pasqualetto, il pensionato di 66 anni accusato di aver danneggiato, armato di punteruolo, 23 auto nella zona di Preganziol nell'arco di circa un anno.

Il diretto interessato, scoperto mentre rigava secondo l'accusa l'ultima vettura, la Renault Megane di proprietà del comandante della Polizia locale di Preganziol Rudi Sottana datata 18 gennaio 2012, ha già risarcito quel danno e chiesto formalmente scusa al proprietario dell'auto, ma nega di essere il responsabile degli altri casi a lui contestati.

La difesa ha infatti puntato molto sul fatto che non ci sarebbero prove per affermare che Pasqualetto sia l'autore degli altri 22 raid a differenza di quello immortalato dalle telecamere di video sorveglianza di via Dese, a pochi passi dalla sede del comando di polizia locale. Nei frame si vede il pensionato a passeggio con il suo cane transitare rasente all'auto del comandante Sottana e con il punteruolo strisciare la fiancata sinistra.

In tutto il 2011, stando alle accuse mosse dalla Procura sulla base di altrettante denunce sporte dalle presunte vittime, l'uomo avrebbe colpito appunto altre 22 volte, rigando normali vetture parcheggiate tra via Dese, via Schiavonia, via Europa e piazza Bachelet, ma avrebbe anche strisciato auto della polizia locale e mezzi dell'associazione Italcaccia. La sentenza verrà pronunciata a inizio dicembre.