Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Bisogna migliorare i collegamenti con gli altri paesi dei dintorni"

DEBORAH COMPAGNONI: "TREVISO ANCORA PIÙ BELLA SENZA AUTO"

La campionessa di sci ritiene fondamentale la pedonalizzazione


TREVISO - A favore della pedonalizzazione si schiera anche una trevigiana eccellente, benchè d'adozione, come Deborah Compagnoni. "Ormai questa città fa parte della mia vita - afferma la campionessa di sci -, è bellissima ed è giusto che chi vive qui e nei dintorni abbia modo di conoscerla sempre più, rispettandola. Ci sono dei bei progetti per il futuro, ad esempio la pedonalizzazione. Certo come sempre c'è chi non condivide, ma può essere un modo per incontrarsi e vivere meglio".
Lei dunque è favorevole alla pedonalizzazione?
"Per me è fondamentale. Treviso ha uno splendido centro storico, ben restaurato, ed è bello poterlo ammirare a piedi o in bicicletta. Potrebbe essere anche una città molto più turistica, legata proprio al turismo in bicicletta, tanto più che è vicina a Venezia, conosciutissima in tutto il mondo. Io ho girato tanto il mondo e credo che sarebbe molto apprezzata dagli stranieri anche Treviso".
Cosa si può migliorare?
"Più che nella città stessa, penso siano da migliorare l'organizzazione dei trasporti pubblici per chi viene da fuori o deve andare fuori. Servirebbero magari maggiori servizi per i giovani che vanno a scuola o devono venire in città per incontrarsi, senza dover essere accompagnati dai genitori. So bene che si tratta di questioni delicate e costose, ma si deve andare in questa direzione per essere competitivi con altre città simili in Europa".
Vive qui da 15 anni, com'è cambiata la città?
"Io adesso vivo a Ponzano, ma vengo spesso a Treviso e la trovo molto piacevole, pulita: è bello passeggiare in centro, quando porto con me persone che vivono altrove rimangono sempre stupidi della sua bellezza. Però manca l'unione tra chi vive nei paesi della cintura urbana e chi vive in città: ognuno sente le proprie esigenze come le più importanti, invece, bisognerebbe andare in una stessa direzione di cambiamento, anche degli stili di vita".