Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Bisogna migliorare i collegamenti con gli altri paesi dei dintorni"

DEBORAH COMPAGNONI: "TREVISO ANCORA PIŁ BELLA SENZA AUTO"

La campionessa di sci ritiene fondamentale la pedonalizzazione


TREVISO - A favore della pedonalizzazione si schiera anche una trevigiana eccellente, benchè d'adozione, come Deborah Compagnoni. "Ormai questa città fa parte della mia vita - afferma la campionessa di sci -, è bellissima ed è giusto che chi vive qui e nei dintorni abbia modo di conoscerla sempre più, rispettandola. Ci sono dei bei progetti per il futuro, ad esempio la pedonalizzazione. Certo come sempre c'è chi non condivide, ma può essere un modo per incontrarsi e vivere meglio".
Lei dunque è favorevole alla pedonalizzazione?
"Per me è fondamentale. Treviso ha uno splendido centro storico, ben restaurato, ed è bello poterlo ammirare a piedi o in bicicletta. Potrebbe essere anche una città molto più turistica, legata proprio al turismo in bicicletta, tanto più che è vicina a Venezia, conosciutissima in tutto il mondo. Io ho girato tanto il mondo e credo che sarebbe molto apprezzata dagli stranieri anche Treviso".
Cosa si può migliorare?
"Più che nella città stessa, penso siano da migliorare l'organizzazione dei trasporti pubblici per chi viene da fuori o deve andare fuori. Servirebbero magari maggiori servizi per i giovani che vanno a scuola o devono venire in città per incontrarsi, senza dover essere accompagnati dai genitori. So bene che si tratta di questioni delicate e costose, ma si deve andare in questa direzione per essere competitivi con altre città simili in Europa".
Vive qui da 15 anni, com'è cambiata la città?
"Io adesso vivo a Ponzano, ma vengo spesso a Treviso e la trovo molto piacevole, pulita: è bello passeggiare in centro, quando porto con me persone che vivono altrove rimangono sempre stupidi della sua bellezza. Però manca l'unione tra chi vive nei paesi della cintura urbana e chi vive in città: ognuno sente le proprie esigenze come le più importanti, invece, bisognerebbe andare in una stessa direzione di cambiamento, anche degli stili di vita".