Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Farra di Soligo, Muraro: "Fiore all'occhiello per tutta la provincia"

TORNA A RISPLENDERE LA MEDIOEVALE CHIESETTA DI SANTA MARIA DEI BROLI

Il recente restauro riporta alla luce afffreschi duecenteschi


FARRA DI SOLIGO - E’ giunto nei giorni scorsi a Farra di Soligo, Leonardo Muraro, Presidente della Provincia di Treviso, appositamente per visitare la storica Chiesetta di Santa Maria dei Broli, che sorge in via Cal della Madonna, la strada che dal centro di Farra porta al cimitero. L'edificio sacro, secondo una pergamena ritrovata nelle fondamenta, risalirebbe al 1326, ma, dalle ultime scoperte di alcuni affreschi venuti alla luce lo scorso anno, sembra possa essere datato al 1200 d.c. Sicuramente una delle più antiche ed interessanti chiese costruite nel comune di Farra. Un’opera di notevole pregio artistico e di interesse architettonico, storico e culturale che, dopo alcuni anni di restauro, è stata riaperta ufficialmente al pubblico due mesi fa, alla presenza del vescovo di Vittorio Veneto Corrado Pizziolo.
Il presidente Muraro, accolto dal parroco don Brunone de Toffol, dal sindaco Giuseppe Nardi e dall’assessore Mattia Perencin, si è dimostrato molto interessato non solo alla ristrutturazione in generale di questa antichissima chiesetta, ma anche agli splendidi affreschi, venuti alla luce sia al suo interno ed anche su alcuni muri esterni. Affreschi fatti ritornare al loro antico splendore grazie all’interessamento ed alla partecipazione soprattutto economica dei cittadini di Farra. L’intervento importante lo hanno dato pure alcuni specialisti del restauro di opere antiche, che hanno avuto il merito di riportare tutti dipinti a nuova vita. “Un fiore all’occhiello pure per la nostra provincia –ha dichiarato il Presidente Muraro- che farà bella mostra di se anche per gli anni a venire”. A Don Brunone resta ora la speranza che, con l'aiuto di tutti i suoi parrocchiani, nel giro di qualche hanno si possa ristrutturare anche l’addicente torre campanaria, in cima alla quale verrà poi fissata “La campana della Pace” in ricordo di tutti quei soldati morti durante le guerre.