Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La donna, rintracciata dai carabinieri, č stata denunciata per omissione di soccorso

URTA UN PEDONE E NON SI FERMA: NEI GUAI UNA 30ENNE DI MARENO

Vittima un 50enne di Udine che camminava in via Nazionale a San Fior


SAN FIOR – (gp) Mentre guidava la sua Lancia Y, una 30enne di Mareno di Piave ha urtato un pedone che camminava a bordo strada lungo via Nazionale a San Fior. L’uomo, un 50enne di Udine, pur trovandosi sul ciglio della strada, è stato toccato dallo specchietto laterale destro della vettura che, tra l’altro, si è staccato ed è caduto a terra: un urto non violento ma capace di procurare al malcapitato delle lievi lesioni per la botta subita. Alcuni operai di una fabbrica lì vicino hanno assistito all’investimento, comunque non grave, notando perfettamente che la donna alla guida del veicolo non si è fermata, nemmeno per recuperare lo specchietto rotto. Sono stati loro, con l'aiuto di alcuni colleghi, a mettere sulla buona strada i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Conegliano, intervenuti subito dopo. Dalle testimonianze raccolte infatti sono stati ricavati i tre numeri della targa e, tramite la descrizione dei veicolo e l’incrocio delle possibilità, è stato possibile risalire all’identità dell’automobilista che aveva buttato a terra il pedone senza fermarsi. Una volta rintracciata e messo a confronto lo specchietto, che combaciava perfettamente su quel mezzo, la 30enne è stata denunciata a piede libero per omissione di soccorso e fuga da incidente stradale con danno alle persone.