Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ludopatia: depositata una mozione dai consiglieri Mario Conte e Riccardo Barbisan

ORARI LIMITATI PER LE SLOT E SANZIONI PER CHI NON LI RISPETTA

La richiesta ricalca l'ordinanza firmata dal sindaco di Padova Bitonci


TREVISO – (gp) Ricalcando l'ordinanza già firmata dal sindaco di Padova Massimo Bitonci, i consiglieri comunali della Lega Nord a Treviso, Mario Conte e Riccardo Barbisan, hanno presentato una mozione contro il gioco d'azzardo e la ludopatia chiedendo al sindaco Giovanni Manildo di limitare gli orari in cui i cittadini possono giocare alle slot machine. “Assistiamo ormai da anni al proliferare di sale slot in tutto il territorio nazionale e nella nostra città – scrivono i due consiglieri d'opposizione - Guardiamo a questo fenomeno con particolare attenzione visto che molti cittadini trevigiani, anche minori, si avvicinano con preoccupante facilità al gioco d’azzardo. Sappiamo che non è possibile per un’amministrazione comunale poter scegliere quali attività economiche ospitare e quali no; sappiamo però anche che da parte del Sindaco è possibile regolarne gli orari e, in parte, la loro dislocazione nel territorio. Per questo chiediamo, con la mozione che abbiamo depositato, la chiusura delle sale slot alle ore 22 e la loro apertura non prima delle 10.00 e che tale imposizione sia fatta rispettare attraverso l’applicazione di una sanzione amministrativa di 50 euro”. Come detto la mozione ricalca quella del sindaco di Padova Bitonci. In sostanza si chiede che le sale giochi possano rimanere aperte solo dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22. Orari che dovranno essere rispettati tutti i giorni della settimana, festivi compresi, e nei locali dovranno essere esposti anche dei chiari cartelli contro la ludopatia. La mozione prevede anche che per chi non dovesse rispettare un'eventuale ordinanza vengano applicate sanzioni amministrative da un minimo di 50 a un massimo di 500 euro e, in caso di recidiva, la sospensione dell’attività fino a 7 giorni.