Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, residente torna a casa con la figlia, "topi d'appartamento" fuggiti poco prima

CANIZZANO SENZA PACE: NUOVO RAID DEI LADRI NEL QUARTIERE

Colpito il residence “I Cigni del Sile” ed i proprietari dell'Alter Ego


TREVISO - Nuova ondata di furti nel quartiere di Canizzano. Venerdì sera ad essere svaligiata e devastata dai ladri un'abitazione di due giovani in strada Canizzano mentre nei giorni scorsi ad essere “visitato” era stato il residence “I Cigni del Sile” (alcune villette depredate) ed un appartamento in via Sant'Angelo, quello dei proprietari della trattoria “Alter ego”, al primo piano dello stesso stabile. Qui i “topi d'appartamento” hanno trafugato un tablet, denaro e altro materiale. Solo poche settimane fa ad essere prese di mira erano state alcune auto in sosta lungo via Giovanna D'Arco. Ormai i sopralluoghi per furti da parte di carabinieri e polizia si susseguono senza soluzione di continuità. I malviventi prediligono il tardo pomeriggio. “Quando sono arrivato a casa con mia figlia che ha appena due anni ho visto le luci di casa accese ma nessuno avrebbe dovuto esserci. Così ho consegnato la piccola alla mia vicina e sono entrato”: questo il racconto di un residente di strada Canizzano che venerdì sera, tornato a casa verso le 18.30, ha trovato davvero una brutta sorpresa. Nell'abitazione non c'era fortunatamente più nessuno: i “topo d'appartamento” si erano già dileguati. I malviventi erano penetrati all'interno mandando in frantumi una finestra che da peraltro sulla strada: nonostante ciò nessuno degli altri residenti ha notato nulla. La casa è stata messa letteralmente sottosopra dai ladri, gettando ovunque tutto quanto era presente nei cassetti dei mobili, negli armadi. “Il bottino per fortuna è stato magro, solo alcuni anelli e dei gioielli, ma ora abbiamo paura, dovremo mettere le inferriate”: racconta il padrone di casa, ancora sconvolto per l'accaduto.