Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La pontepiavense quest'anno aveva giÓ vinto il titolo europeo a Tampere

LA SPLENDIDA SARA CARDIN ╚ MONDIALE NEL KARATE -55 KG

"Un oro che premia il grande sacrificio e senso di rispetto del karate"


TREVISO - Non contenta dell’oro europeo 2014, conquistato nei mesi scorsi a Tampere in Finlandia, Sara Cardin, la ventisettenne atleta della sezione karate del Centro Sportivo Esercito (è Caporale), si è laureata anche campionessa del mondo nella categoria di peso dei -55 chilogrammi. A Brema, in Germania, l’azzurra di Ponte di Piave si è portata a casa un merito oro dopo aver superato in finale la francese Emily Thouy, atleta quest’ultima, giunta in finale grazie alla vittoria, in semifinale, sulla giapponese Miki Kobayashi.

Ma l’avventura della Cardin ha avuto inizio giovedì scorso con le fasi di qualificazioni della pool 4, vinta brillantemente, dopo aver sconfitto al primo turno l’ Ukraina Melnyk per 10 a 0, al secondo la Greca Pappa, costretta a lasciare il campo gara sul 6 a 0, poi la Macedone Zaborska, la Koreana AhnTae, ed in semifinale la Tedesca Bitsch, a sua volte vincitrice della pool 3. Grande soddisfazione per l’atleta trevigiana che ha un palmares di tutto rispetto, composto oltre che dall’oro, anche da un argento mondiale del 2011, di un argento e di un oro europeo conquistati, rispettivamente, nel 2013 e nel 2014, e ben 17 titoli italiani di cui 3 juniores, 2 cadetti, 1 esordienti, 2 a squadre giovanili, 2 a squadre seniores e 2 universitari. Un oro che premia il grande sacrificio e senso di rispetto per questa disciplina che purtroppo non ha lo stesso risvolto mediatico di tanti altri sport e che dedico al mio tecnico ed al Centro Sportivo Esercito, visto che lo scorso giugno mi ha offerto la possibilità di entrarne a far parte” – queste le parole a caldo di Sara–spero di conseguire altri importanti traguardi”.