Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Innamorato di una squillo, chiese a un amico di accompagnarlo: era un carabiniere

CASA DEL SESSO IN VIA RONZINELLA: L'INCHIESTA PARTITA DA UN CLIENTE

A processo per sfruttamento della prostituzione la maitresse cinese


MOGLIANO VENETO – (gp) Fu un cliente, in maniera quasi involontaria, a far scattare l'inchiesta su un appartamento di via Ronzinella a Mogliano Veneto trasformato in bordello. Nel processo a carico della presunta maitresse, la cinese Wang Yuchun accusata di sfruttamento della prostituzione, a giocare un ruolo fondamentale saranno i clienti, che verranno chiamati a testimoniare nel corso della prossima udienza. Uno di loro è già stato sentito in aula, facendo emergere un particolare finora inedito. Innamoratosi di una delle ragazze che “lavorava” in via Ronzinella, per paura di incappare in qualche spiacevole episodio chiese a un amico di accompagnarlo a un appuntamento con lei. L'amico, in realtà, era un carabiniere in borghese. Assieme entrarono nell'appartamento chiedendo se fosse presente la ragazza di cui il teste si era invaghito. La presunta maitresse rispose che la giovane non c'era, ma che se avessero voluto c'erano altre ragazze disponibili. Da lì partirono gli accertamenti degli inquirenti che avrebbero documentato il continuo viavai di persone e di giovani lucciole. Il blitz dei carabinieri nella casa del sesso era stato effettuato nel dicembre del 2011. L’indagine era partita da Marghera e la tenutaria, forse allarmata dei controlli in altri bordelli della città spesso travestiti da centri massaggi, aveva preferito spostarsi nella Marca non sapendo però di essere sotto controllo. Per la Procura a coordinare l'attività delle squillo era proprio l'imputata. Diversa la versione della difesa, rappresentata dall'avvocato Andrea Zambon, secondo cui Wang Yuchun avrebbe semplicemente ospitato due connazionali.