Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sindaco: "Ztl può partecipare ma prima deve lasciare la caserma Piave"

SPAZI ALLE ASSOCIAZIONI: ENTRO DUE SETTIMANE I NUOVI BANDI

Il Comune ha censito 115 immobili pubblici da poter assegnare


TREVISO - Sono circa 115 gli immobili di proprietà del Comune che nei prossimi mesi potrebbero essere concessi ad associazioni e gruppi. Ca' Sugana ha completato il “censimento” del proprio patrimonio immobiliare: tra i vari edifici 85 sono già occupati, un'altra trentina invece è libera. Da quest'ultimo novero, tuttavia, occorre sottrarre 3 o 4 stabili, che non hanno le condizioni per essere assegnati, come ad esempio villa Margherita o palazzo Scotti. Un apposita commissione, composta da funzionari dei vari assessorati, elaborerà i bandi per le assegnazioni, tenendo conto delle caratteristiche dell'immobile, della necessità di eventuali restauri, degli usi a cui può essere dedicato, della presenza di convenzioni già in essere. Le prime gare potranno essere indette già entro un paio di settimane.
Si terrà in considerazione il fatto che associazioni svolgano già attività all'interno, soprattutto, se hanno apportato migliorie alle strutture, ma il rinnovo non sarà automatico. Uno dei punti chiave dei vari progetti, sarà la possibilità di destinare alcuni spazi alla collettività, compresi esterni non aderenti all'organizzazione assegnatari, spiegano gli assessori Alessandra Gazzola e Maria Caterina Cabino.
Sullo sfondo del progetto rimane la questione dell'occupazione dell'ex caserma Piave da parte del collettivo Ztl Wake Up. Da Ca' Sugana il messaggio è chiaro: chi occupa illegalmente degli edifici sarà automaticamente escluso dai bandi (anche se non con effetto retroattivo). Quanto allo sgombero, il sindaco Giovanni Manildo ribadisce di non auspicare una soluzione di forza e si dice fiducioso di poter giungere ad un compromesso negoziale con gli attivisti. Il primo cittadino, ricordando come il complesso sia a rischio crolli e dunque via sia un problema di sicurezza pubblica, ribadisce la volontà di dialogo dell'amministrazione, ma precisa: “L'unica forma di dialogo possibile è attraverso un bando”.