Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Spaccata in edicola a Sant'Antonino, due malviventi inseguiti: in manette

TASK FORCE CONTRO I FURTI: TRE ARRESTI DI POLIZIA E CARABINIERI

Tentano un raid a Paese, auto dei ladri rischia di investire un agente


TREVISO - Tre ladri arrestati, tra cui due malviventi che avevano svaligiato un'edicola a Sant'Antonino, e vari furti sventati tra Paese, Spresiano e Silea. Questo il bilancio dell'intesa nottata, quella appena trascorsa, che ha visto impegnati agenti delle volanti della polizia ed i carabinieri, impegnati congiuntamente in una vera e propria task force contro i "topi d'appartamento" e non solo. "Una sinergia importante in un momento come questo": ha detto il comandante dei carabinieri di Treviso, Stefano Mazzanti. Il primo episodio che ha visto impegnate le forze dell'ordine è avvenuto poco dopo le 21 di martedì. Alla centrale dei carabinieri di Montebelluna giungono le segnalazioni di due furti tentati a Paese con un'auto sospetta che si stava aggirando nella zona: subito viene tesa una fitta rete di posti di controllo per fermare l'auto. I malviventi, in fuga verso Treviso, vengono intercettati lungo la Feltrina ma il veicolo su cui stavano viaggiando, una Polo, non si è fermata all'alt, rischiando di travolgere un poliziotto che aveva ordinato all'automobilista di fermarsi. Scatta un inseguimento che costringerà i ladri a fermare l'auto all'angolo con via Pola: dal mezzo scendono due uomini che riescono a dileguarsi a piedi. Il conducente, un albanese di 24 anni residente a Feltre, è stato invece arrestato: durante le fasi della cattura ha violentemente colpito due agenti che hanno riportato una prognosi rispettivamente di 6 e 10 giorni. A bordo della vettura, che non risulta rubata, sono stati trovati vari oggetti da scasso e due coltelli a serramanico. Indagini sono in corso per identificare gli altri complici. Verso le 23 giunge al 113 giunge la segnalazione di un furto messo a segno in una tabaccheria di via Sant'Antonino: i ladri, forzata la porta d'ingresso con un paio di cacciaviti, erano riusciti a rubare circa 50 euro in monetine ed un rilevatore di banconote false, fuggendo poi a bordo di una Ford Fiesta. Il mezzo, dopo aver forzato un posto di blocco a Casale sul Sile, in via Nuova Trevigiana, sarà fermata dai carabinieri in via Schiavonia a Roncade, al termine di un inseguimento durato per circa 2 km. Ad essere arrestati un autotrasportatore 44enne, pregiudicato, ed un disoccupato di 48 anni, entrambi di Spresiano. A bordo della vettura, segnalata anche da alcuni residenti di Silea per alcuni tentativi di furto non andati a segno, è stato trovato il bottino del furto commesso in edicola in via Sant'Antonino. Verso le 2.30 un'altra auto sospetta, una Panda, viene segnalata da alcuni residenti della zona di Spresiano. Una volante della polizia aveva intercettato il mezzo ma quando al guidatore è stato ordinato di fermarsi, questi, una volta sceso dall'auto, è fuggito a piedi attraverso i campi. L'auto, stando agli accertamenti, risultava essere rubata a Nervesa alcuni giorni fa.