Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Accusati Angelo e Bruno Dal Tio, Irma Conte, Christian Grigolin e Roberto Fantinato

NESSUN TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI: ASSOLTI A PROCESSO 5 IMPRENDITORI

Il pellet è sempre stato prodotto secondo le disposizioni di legge



TREVISO
– (gp) Alla fine avevano ragione gli imputati: non è mai stato messo in atto nessun traffico illecito di rifiuti. Lo avevano detto fin dall'inizio, e ora il giudice Marco Biagetti ha infatti assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste le cinque persone finite sotto accusa per aver violato, secondo la Procura di Treviso i commi 1 e 4 dell'articolo 256 del decreto legislativo 152 del 2006, ovvero “attività di gestione rifiuti non autorizzata”. Alla sbarra erano finiti gli imprenditori Angelo Dal Tio, presidente del cda della ditta "La Ti Esse" di Cimadolmo e Bruno Vittorio Dal Tio, socio di “La Ti Esse” e responsabile dell'ambiente entrambi difesi dagli avvocati Fabio Crea e Matteo Garbisi, Irma Conte, legale rappresentante della “Fornaci Grigolin spa” difesa dall'avvocato Pietro Barolo, Christian Grigolin, legale rappresentante della “Autorasporti Grigolin srl” difeso dall'avvocato Franco Zambelli, e Roberto Fantinato, titolare della “Fantinato srl” difeso dall'avvocato Emiliano Zancuoghi. L'impianto accusatorio, nel corso del procedimento penale che si è dimostrato lungo e complesso, è stato man mano smontato dalle difese degli imputati. In sintesi la Procura di Treviso contestava a vario titolo alle cinque persone, sulla base di un'indagine del Noe datata 2008, la produzione di pellet non regolare. Anzichè legno "vergine", gli imputati con ruoli e responsabilità diverse avrebbero invece usato resti della lavorazione, e quindi legno trattato e di conseguenza tossico nocivo. In realtà le difese hanno dimostrato che non è stato commesso alcun reato e che le aziende, leader del settore, hanno sempre lavorato rispettando la legge e le autorizzazioni di cui disponevano.