Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato a otto mesi e venti giorni per atti osceni in luogo pubblico e furto

MOSTRA I GENITALI ALLA VICINA E LE RUBA LE SEDIE DEL GIARDINO

Protagonista un veronese, assolto per minacce e violazione di domicilio


SARMEDE - (gp) Avrebbe mostrato i genitali a una vicina di casa, e in un secondo episodio avrebbe rubato le sedie dal giardino degli stessi vicini. Sono le accuse che hanno portato a processo un veronese di Legnago ma residente in passato a Sarmede. Proprio lì sono nati i problemi con il vicinato che hanno portato l’uomo a rimediare una condanna a otto mesi e venti giorni di reclusione per atti osceni in luogo pubblico e furto. Difeso dall’avvocato Diego Melioli, l’uomo aveva chiesto e ottenuto di essere ammesso al rito abbreviato anche perchè il suo legale era riuscito a mediare con le parti offese convincendole a ritirare la querela per i reati di minacce e violazione di domicilio. Accuse per le quali il giudice ha infatti disposto il non luogo a procedere. L’imputato, che ha avuto problemi di alcolismo, era già finito in carcere perché, durante un periodo di detenzione ai domiciliari in una comunità, in uno scatto d’ira aveva lanciato un televisore dalla finestra.