Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato a otto mesi e venti giorni per atti osceni in luogo pubblico e furto

MOSTRA I GENITALI ALLA VICINA E LE RUBA LE SEDIE DEL GIARDINO

Protagonista un veronese, assolto per minacce e violazione di domicilio


SARMEDE - (gp) Avrebbe mostrato i genitali a una vicina di casa, e in un secondo episodio avrebbe rubato le sedie dal giardino degli stessi vicini. Sono le accuse che hanno portato a processo un veronese di Legnago ma residente in passato a Sarmede. Proprio lì sono nati i problemi con il vicinato che hanno portato l’uomo a rimediare una condanna a otto mesi e venti giorni di reclusione per atti osceni in luogo pubblico e furto. Difeso dall’avvocato Diego Melioli, l’uomo aveva chiesto e ottenuto di essere ammesso al rito abbreviato anche perchè il suo legale era riuscito a mediare con le parti offese convincendole a ritirare la querela per i reati di minacce e violazione di domicilio. Accuse per le quali il giudice ha infatti disposto il non luogo a procedere. L’imputato, che ha avuto problemi di alcolismo, era già finito in carcere perché, durante un periodo di detenzione ai domiciliari in una comunità, in uno scatto d’ira aveva lanciato un televisore dalla finestra.