Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista a Michele Mori e Marco Zoppello, di Stivalaccio Teatro

IL DON CHISCIOTTE CHE PUÒ SALVARE LA VITA

Torna al Teatro del Pane l'opera di Cervantes rivista dalla Commedia dell'arte


TREVISO - (ag) Dopo il successo della scorsa primavera, torna al Teatro del Pane di Treviso il racconto della libertà e della follia del cavaliere errante per antonomasia. “Don Chisciotte – Tragicommedia dell'arte” viene riproposto nel luogo che ha ospitato a febbraio una delle sue primissime anteprime, già premiata da un gioioso riscontro del pubblico; mentre sabato verrà presentato al Teatrino Zero di Spinea. Lo spettacolo, scritto da Marco Zoppello e Carlo Boso, diretto e interpretato da Marco Zoppello e Michele Mori di Stivalaccio Teatro, porta in scena il grande mito nato dalla penna di Cervantes, in un riuscito esperimento di metateatro. Ad interpretare le gesta di Don Chisciotte e Sancho Panza, sono infatti due attori della commedia dell'arte di fine '500: Giulio Pasquati, padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimberi, fiorentino, in arte Piombino. Giudicati colpevoli di eresia e condannati a morte dall'Inquisizione per aver rappresentato in piazza la commedia nel periodo di Quaresima, i due tentano di evitare la forca affidandosi alla loro professione di attori, e quindi al pubblico che dovrà deciderne le sorti. La scelta dell'opera da rappresentare ricade allora nel Don Chisciotte di Cervantes.
Il perché lo spiegano Marco Zoppello e Michele Mori, nel corso dell'intervista di Alessandra Ghizzo che annuncia anche il progetto di un secondo capitolo, ispirato questa volta alle opere di Shakespeare, che vedrà il ritorno delle “maschere” di Giulio Pasquati e Girolamo Salimberi, a cui si aggiungerà una terza figura interpretata da Anna De Franceschi.

Venerdì 14 novembre Teatro del Pane, Villorba (ingresso riservato ai soci Arci)
ore 19:00 apertura e aperitivo
ore 19:30 cena (contributo € 25,00)
ore 21:30 spettacolo (contributo € 10,00)


Sabato 15 novembre Teatrino Zero, Spinea
ore 21.00 intero € 8,00 ridotto € 6,00


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
20/02/2014 - Il Don Chisciotte nell'Inquisizione
è una tragicommedia dell'arte