Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Operazione della Guardia di Finanza di Treviso ai danni di un'azienda vitivinicola

PACKAGING COPIATO A BOTTEGA GOLD: SIGILLI A 40 MILA BOTTIGLIE

Violati i diritti che appartengono alla Spa di Godega Sant'Urbano



TREVISO
- Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Treviso ha sequestrato in un'azienda vitivinicola trevigiana 40 mila bottiglie il cui packaging è molto simile a quello a marchio depositato del “Bottega Gold”, il prosecco Doc in bottiglia dorata creato da Bottega Spa di Bibano di Godega San'Urbano.

Il sequestro e' stato disposto nei giorni scorsi dalla Procura di Treviso contro il quale l'azienda oggetto dell'intervento aveva promosso istanza avversa, pero' rigettata il 15 novembre dal Tribunale della Libertà. Bottega ha infatti ottenuto il riconoscimento comunitario del marchio tridimensionale che riproduce la lettera "B" in rilievo su bottiglie verniciate di vini spumanti. Tra questi appunto Bottega Gold che e' stato uno dei prodotti simbolo di tentativi di contraffazione.

Gia' nel corso degli anni la Bottega aveva denunciato la copia di bottiglie dorate, utilizzate da alcune maison di Champagne e di Cognac e denunciato altri suoi articoli riprodotti, imitandoli, in Paesi diversi: la grappa Spray in Brasile, la grappa Platinum in Francia, il Petalo Moscato in Cina.

E' del 22 maggio 2013 il rinvio a giudizio deciso dal Tribunale di Alba (Cuneo), dell'ad della Fratelli Santero & C., con l'imputazione di contraffazione di 250mila del "Petalo Moscato Il Vino dell'Amore Bottega". Un analogo procedimento sempre sollecitato da Bottega ha portato il 26 giugno scorso la Procura della Repubblica del Tribunale di Piacenza, a disporre la citazione a giudizio del legale rappresentante della Cantina Sociale di Vicobarone, che ha chiesto poi il rito abbreviato.