Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, vittima del furto, a bordo di un treno regionale, un ragazzo 23enne

"POSSO FARE UNA TELEFONATA?" E SCAPPANO CON IL CELLULARE

Arrestati dalla polizia a Ponte San Martino due stranieri di 19 anni


TREVISO - Mentre si trovavano a bordo del treno Conegliano-Treviso hanno chiesto in prestito il telefono cellulare di un trevigiano di 23 anni: quando le porte del vagone si sono aperte, alla stazione di Treviso, sono scappati a piedi con la refurtiva, riuscendo a sfuggire persino al tentativo di bloccarli da parte di un capotreno. A colpire è stata, in mattinata verso le 11.30 di oggi, una gang formata da tre giovani stranieri, tutti residenti nel trevigiano. Due tra questi, entrambi 19enni, sono stati fermati ed arrestati poco dopo dalle volanti della polizia, nei pressi di Ponte San Martino: attualmente si trovano ai domiciliari per furto. Ad incastrarli è stata la rapida descrizione fornita alla centrale operativa del 113. Un terzo complice è sfuggito agli agenti ma sarà identificato nelle prossime ore. E' stato recuperato dai poliziotti anche il telefonino a cui i giovani ladri avevano già tolto e gettato via la sim: contavano, si sospetta, di poter vendere il telefono già poco dopo il furto. Particolare la tecnica utilizzata dalla gang. Uno dei giovani arrestati, durante il viaggio in treno, aveva già chiesto una prima volta il telefonino al 23enne per poter effettuare una chiamata ma dopo aver ottenuto il cellulare lo aveva subito restituito per poi richiederlo nuovamente, in prossimità dell'arrivo in stazione.