Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cessalto, l'episodio alcuni giorni fa, il truffatore si è reso irreperibile

ASSEGNO FALSO PER PAGARE ORO E PREZIOSI, GIOIELLIERA RAGGIRATA

Denunciato un trevigiano di 40 anni, sparita merce per oltre 2700 euro


CESSALTO - Ha acquistato gioielli in oro ed un orologio di pregio in una gioielleria di Cessalto pagando con un assegno falso. Ad essere denunciato per truffa dai carabinieri un trevigiano di 40 anni, ancora irreperibile e con a carico decine di precdenti specifici: l'uomo, ben noto alle forze dell'ordine, è riuscito ad accaparrarsi merce per un valore di 2700 euro. Durante una prima visita in gioielleria il 40enne aveva visionato i preziosi e l'orologio, annunciando che sarebbe tornato pagando la somma dovuta. Per garantire la sua affidabilità il truffatore aveva dato alla negoziante anche il proprio numero di telefono e si era poi ripresentato in negozio per ritirare la merce indossando ciabatte ed abiti semplici, facendo credere di essere un residente della zona. Solo al momento di incassare l'assegno in banca la donna ha scoperto di essere stata truffata. L'assegno non era semplicemente scoperto ma assolutamente falso, creato ad arte.