Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cessalto, l'episodio alcuni giorni fa, il truffatore si è reso irreperibile

ASSEGNO FALSO PER PAGARE ORO E PREZIOSI, GIOIELLIERA RAGGIRATA

Denunciato un trevigiano di 40 anni, sparita merce per oltre 2700 euro


CESSALTO - Ha acquistato gioielli in oro ed un orologio di pregio in una gioielleria di Cessalto pagando con un assegno falso. Ad essere denunciato per truffa dai carabinieri un trevigiano di 40 anni, ancora irreperibile e con a carico decine di precdenti specifici: l'uomo, ben noto alle forze dell'ordine, è riuscito ad accaparrarsi merce per un valore di 2700 euro. Durante una prima visita in gioielleria il 40enne aveva visionato i preziosi e l'orologio, annunciando che sarebbe tornato pagando la somma dovuta. Per garantire la sua affidabilità il truffatore aveva dato alla negoziante anche il proprio numero di telefono e si era poi ripresentato in negozio per ritirare la merce indossando ciabatte ed abiti semplici, facendo credere di essere un residente della zona. Solo al momento di incassare l'assegno in banca la donna ha scoperto di essere stata truffata. L'assegno non era semplicemente scoperto ma assolutamente falso, creato ad arte.