Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Cessalto, l'episodio alcuni giorni fa, il truffatore si Ŕ reso irreperibile

ASSEGNO FALSO PER PAGARE ORO E PREZIOSI, GIOIELLIERA RAGGIRATA

Denunciato un trevigiano di 40 anni, sparita merce per oltre 2700 euro


CESSALTO - Ha acquistato gioielli in oro ed un orologio di pregio in una gioielleria di Cessalto pagando con un assegno falso. Ad essere denunciato per truffa dai carabinieri un trevigiano di 40 anni, ancora irreperibile e con a carico decine di precdenti specifici: l'uomo, ben noto alle forze dell'ordine, è riuscito ad accaparrarsi merce per un valore di 2700 euro. Durante una prima visita in gioielleria il 40enne aveva visionato i preziosi e l'orologio, annunciando che sarebbe tornato pagando la somma dovuta. Per garantire la sua affidabilità il truffatore aveva dato alla negoziante anche il proprio numero di telefono e si era poi ripresentato in negozio per ritirare la merce indossando ciabatte ed abiti semplici, facendo credere di essere un residente della zona. Solo al momento di incassare l'assegno in banca la donna ha scoperto di essere stata truffata. L'assegno non era semplicemente scoperto ma assolutamente falso, creato ad arte.