Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una telefonata al centralino alle 11.55 annunciava la presenza di un ordigno

NUOVO ALLARME BOMBA IN TRIBUNALE: ╚ LA SESTA VOLTA NEL 2014

AttivitÓ sospese per 45 minuti: a dicembre parte il meta detector


TREVISO – (gp) Per la sesta volta dall'inizio dell'anno (la terza in appena due mesi) il Tribunale di Treviso è stato fatto evacuare per un allarme bomba. Una telefonata anonima è giunta al centralino del palazzo di giustizia di via Verdi alle 11.55. Poco dopo la stessa voce ha annunciato la presenza di un ordigno in tribunale chiamando la sede di Antenna Tre Nordest a San Biagio di Callalta. Immediato è scattato l'allarme (installato da qualche mese) e sono state fatte uscire dall'edificio tutte le persone presenti, dai cancellieri ai magistrati, dagli avvocati ai normali utenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri i quali, dopo aver controllato tutti i piani del tribunale, hanno fatto cessare l'allarme facendo riprendere le attività dopo appena tre quarti d'ora. Tra qualche settimana, come promesso dal presidente del tribunale Aurelio Gatto, verranno innalzate le misure di sicurezza ed entrerà in funzione il metal detector: a sorvegliarlo, in due turni, saranno la Polizia Locale e la Polizia Provinciale.