Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Maggiore autonomia e una sanità per la cura dei cittadini, non degli apparati

PRIMARIE PD: I SETTE PUNTI DEL PROGRAMMA DI SIMONETTA RUBINATO

“Basta affaristi e appalti di favore: intervenire con il pugno di ferro”


RONCADE - Sono 7, come le province del Veneto, i punti del progetto di Simonetta Rubinato per il governo della Regione nel prossimo quinquennio. Apre l’elenco, l’autonomia speciale del Veneto, in materie come istruzione, tutela dell’ambiente e dei beni culturali, ma anche del patrimonio linguistico e culturale veneto. “Un obiettivo – spiega la candidata del Pd alle primarie del centrosinistra – che possiamo ottenere subito chiedendo al Governo di aprire il tavolo di negoziazione forti del terzo comma dell’art. 116 della Costituzione che abbiamo fatto confermare anche nella nuova riforma”.  Altra priorità del programma di Simonetta Rubinato riguarda la trasparenza. “Basta affaristi e appalti di favore – spiega – i cittadini che incontro in questi giorni chiedono di intervenire contro il malaffare con il pugno di ferro. E noi lo faremo”.
Inversione di tendenza anche in materia di sanità che deve essere ‘per la cura dei cittadini e non per gli apparati’ (chiaro riferimento a certi discutibili progetti di finanza). Il progetto Veneto 2015 della candidata del Pd prevede anche l’introduzione del welfare generativo con cui si mira a valorizzare le risorse del territorio e della sussidarietà, responsabilizzando le persone (no a forme di assitenzialimo e agli sprechi).  Uno spazio particolare è riservato all’ambiente che – si legge – assieme all’agricoltura e al turismo sono i nostri alleati per il benessere. Sicurezza idraulica e rigenerazione urbana sono due capisaldi, assieme al sostegno di un’agricoltura sostenibile che valorizzi le eccellenze.
Un grande patto tra Regione, imprese e scuola è lo strumento per rilanciare l’occupazione, attraverso il sostegno all’artigianato e alle microimprese, favorendo in particolare le filiere di green economy. “Il nostro progetto per il Veneto 2015 è aperto al contributo di tutti i cittadini – assicura Simonetta Rubinato – perché il nostro obiettivo è far politica ripartendo dal basso”. Il coinvolgimento della popolazione sarà anche il filo conduttore nella programmazione delle infrastrutture e trasporto che dovrà essere orientata alla trasparenza dei piani finanziari, al dibattito pubblico, all’ottimizzazione delle reti esistenti.