Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Procura esclude la morte violenta: un atto dovuto per fugare ogni dubbio

ANNEGATA NEL PIAVE: DISPOSTA L'AUTOPSIA SU MARIANGELA DAL BELLO

La 63enne di Segusino era scomparsa il 16 novembre scorso



SEGUSINO
– (gp) La Procura di Treviso ha disposto l'autopsia sul corpo di Mariangela Dal Bello, la 63enne di segusino scomparsa da casa il 16 novembre scorso e ritrovata cadavere domenica mattina nelle acque del Piave a Onigo di Pederobba. Si tratterebbe di un atto dovuto per fugare ogni dubbio sul decesso della donna considerato che per il magistrato di turno Massimo De Bortoli si tratterebbe di una caduta accidentale senza alcuna responsabilità di terzi.

La 63enne infatti non presentava ferite compatibili con una colluttazione e riconducibili a una morte violenza. Il decesso, da un primo esame, sarebbe infatti avvenuto per annegamento provocato, con ogni probabilità, a un'ipotermia dovuta alla bassa temperatura delle acque del Piave.

Del caso della scomparsa della donna si era occupata anche la trasmissione Chi l'ha visto?, contattata dal marito che aveva raccontato di aver peso di vista la moglie mentre stavano cercando il borsello che aveva perso qualche ora prima lungo la strada vecchia di Vas.

A dare l'allarme, e a permettere di porre fine alle ricerche anche se con l'epilogo più tragico, erano stati alcuni cacciatori che avevano notato il corpo della 63enne sul greto del Piave. Sul posto, per l'identificazione e il recupero della salma, erano intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri di Montebelluna.