Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Indaga la polizia, i malviventi sarebbero asiatici, usata una pistola vera

RAPINA AL MARKET, IL FIGLIO DELLA TITOLARE SCACCIA I BANDITI

Terrore al negozio cinese Jalefu di via Oriani, bottino di 4mila euro


TREVISO - Rapinato domenica sera, verso le 19.30, il market cinese "Jalafu" di via Oriani a Treviso. Ad entrare in azione due malviventi a volto scoperto, di cui uno armato con una pistola che è stata utilizzata per minacciare la titolare, una 43enne cinese. Il malvivente armato ha puntato la pistola alla pancia della donna, tentando così di costringerla a consegnare l'incasso giornaliero che teneva in tasca, circa 4mila euro. La donna è riuscita a reagire, disarmando il bandito, e ne è nata una violentissima collutazione a calci e pugni tra lei ed uno dei malviventi che è riuscito tuttavia a derubarla del denaro. Ad intervenire in suo soccorso è stato il figlio 18enne, Jong Zhou che non è riuscito però a bloccare la fuga dei banditi. Entrambi i rapinatori, ha raccontato il ragazzo, erano di origine asiatica. Sul posto sono intervenute le volanti della polizia che hanno posto sotto sequestro l'arma, una pistola funzionante con alcuni colpi presenti nel caricatore, un telefono cellulare ed una scarpa di proprietà di uno dei banditi. Nelle prossime ore i malviventi potrebbero essere identificati.
Il 18enne Jong Zhou indica il luogo dell'aggressione