Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"In Emilia, Lega punto di riferimento, in Veneto non ci sarà astensionismo"

"CHI VUOLE CAMBIARE LO SCHEMA IN REGIONE, DOVRÀ FARE I CONTI CON ME"

Luca Zaia conferma che l'amministrazione dovrà arrivare al termine


TREVISO  - “Questa amministrazione va portata a termine, nel rispetto degli impegni con i Veneti. Se qualcuno vuole cambiare schema di gioco, dovrà fare i conti con me”. Luca Zaia è chiaro sulle voci di possibili cambi di maggioranza in Regione, anche in virtù del crescente consenso raccolto a livello nazionale dalla sua Lega. Per solo nel 2015, a legislatura conclusa e in vista delle nuove elezioni, si potrà pensare ad alleanze diverse. “Ma prima – avverte il governatore – bisogna parlare di programmi”.
Il risultato delle elezioni in Emilia Romagna, secondo Zaia, conferma la validità della linea e del modello di partito indicato da Matteo Salvini, ma anche le difficoltà del Pd renziano a rappresentare una certa sinistra. Il presidente della Regione non teme un astensionismo analogo nella consultazione in Veneto del prossimo anno: “Proprio perchè – dice – la Lega sa parlare ai cittadini”.
E sulla questione dell'indipendenza Zaia ribadisce come la giunta stia lavorando sulla duplice ipotesi affidatagli dal consiglio di referendum e per questo abbia presentato anche ricorso davanti alla Corte costituzionale: “Quella democratica è l'unica via – ammonisce il governatore –. Chi non vuole questo approccio è un incivile”.