Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO "Per anni Ca' Sugana ha mantenuto l'utenza, nonostante l'edificio chiuso"

IL CENTRO SOCIALE DJANGO PAGA LA BOLLETTA PER L'EX CASERMA PIAVE

Versamento di cento euro al Comune per le spese della corrente


TREVISO - Il centro sociale Django paga le bollette. Il collettivo Ztl Wake Up ha effettuato un versamento di cento euro a favore del Comune per le spese della corrente dell'ex caserma Piave, occupata da un mese. Una risposta, dicono gli attivisti, alle accuse di scroccare l'elettricità. Peraltro, fa notare Nicola Vendraminetto, uno dei portavoce del gruppo, l'impianto elettrico del complesso, così come le altre utenze, sono sempre stati attivi: “Noi non abbiamo scassinato alcuna centralina, ci siamo limitati a premere l'interruttore e accendere la luce. Semmai è l'amministrazione che per anni ha pagato l'allacciamento nonostante la caserma fosse inutilizzata”. I rappresentanti del collettivo ribattono anche agli esponenti leghisti: “Non accettiamo lezioni da loro, pensino ai diamanti in Tanzania e alle mutande verdi di Cota”.
Sono ormai trenta giorni che il collettivo si è installato nello stabile dietro il teatro Eden: mentre proseguono i lavori per la sistemazione di un dormitorio con nove posti letto per senzatetto e per attrezzare una palestra e una sala polifunzionale, anche Ztl non trascura di celebrare il centenario della Grande guerra: in uno dei locali è stata allestita una piccola esposizione di vignette satiriche di Giuseppe Scalarini, disegnatore dell'Avanti, pacifista e poi antifascista. L'accesso avviene percorrendo una sorta di tunnel, che riproduce i camminamenti claustrofobici delle trincee e si conclude con l'impressionante “scultura” di un soldato- sentinella, creato interamente con scarti ferrosi raccolti sul posto da Giovanni Teano, uno dei giovani del collettivo.
La precedente occupazione più lunga, all'ex Telecom, è durata un mese e un giorno. Vendraminetto ribadisce l'intenzione di rendere stabile la permanenza: “Fino ad un mese fa questo posto era una discarica. Se il Comune ha qualcosa di meglio da mettere sul piatto ben venga, altrimenti è un problema loro”.