Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appena venerdì scorso il palazzo di giustizia era stato fatto evacuare

ANCORA UN ALLARME BOMBA IN TRIBUNALE: È IL SETTIMO DEL 2014

Il presidente Aurelio Gatto: "A dicembre in funzione i metal detector"



TREVISO
– (gp) Ancora un allarme bomba in tribunale a Treviso. E' la seconda volta nel giro di una settimana, la settima dall'inizio dell'anno. La telefonata anonima, con voce maschile, è giunta al centralino del Palazzo di Giustizia di via Verdi alle 11.25. “C'è una bomba al quarto piano” ha detto l'uomo, senza inflessioni particolari che possano fornire elementi utili per arrivare all'identificazione. A differenza dell'ultima volta (venerdì scorso), il bombarolo ha circoscritto l'area in cui si sarebbe dovuto trovare l'ordigno. Motivo per cui la bonifica dello stabile è stata più veloce del previsto. Le operazioni di evacuazione sono infatti scattate nel giro di qualche minuto e dal tribunale sono stati fatti uscire tutti. Dopo appena quaranta minuti i carabinieri, giunti sul posto, hanno dichiarato cessato l'allarme dando modo al palazzo di giustizia di riprendere le attività temporaneamente sospese. “”E' l'ennesimo episodio purtroppo – ha dichiarato il presidente Aurelio Gatto – Già dalla prossima settimana entrerà in funzione il metal detector e la sicurezza in tribunale verrà aumentata. Certo è che di fronte a un altro allarme bomba, non potremo esimerci da porre in essere un'evacuazione”.