Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gara svoltasi a Selvazzano Dentro, montepremi 30 mila euro

MAESTRONI, BRUSCHI E TERRAGNI IL TERZETTO DA PODIO DELL'ITALIAN PGAI

38° edizione del Championship in scena al Golf della Montecchia


SELVAZZANO DENTRO - Grandi nomi al Championship della PGA italiana svoltosi al Golf Montecchia di Selvazzano Dentro (Pd), con formula 54 buche medal su tre giornate, dal 19 al 21 novembre. Al Campionato erano ammessi anche i giocatori stranieri, il montepremi 30.000 euro. Un record di adesioni superiore alle attese! Per i 74 posti riservati ai giocatori in categoria, c’era stata l’iscrizione di un numero doppio di professionisti. Si è pertanto resa necessaria una pre-qualifica su 18 buche, per i giocatori non rientranti. Si è svolta il 17, due giorni prima dell’apertura dei giochi, al fine di portare a 84 il numero dei concorrenti, tutti rigorosamente facenti parte della PGA. Immediato, lo spareggio in caso di parità.
Sono tre le categorie istituzionali:
- I vincitori dell'Open d'Italia, di tornei dell’European Tour e PGA Tour, e gli elementi della squadra di Ryder Cup;
- I vincitori del Campionato della PGA Italiana;
- I vincitori del Campionato Nazionale Omnium, dell’European Challenge Tour e dell’Alps Tour. A questi, si accodano i migliori giocatori inseriti nell’ordine di merito, e i vincitori dei vari campionati.
Il 18 ha avuto luogo la tradizionale PRO-AM in formula 4 palle, con premi alle 5 squadre prime classificate. Grande l’entusiasmo per la partecipazione di Costantino Rocca, Emanuele Canonica e Marco Crespi, e del campione in carica Alessio Bruschi, trionfatore a San Domenico la scorsa stagione.
La prima giornata del 38° Italian PGAI Championship sul percorso (par 72) del Golf della Montecchia, ha visto primeggiare Giacomo Tonelli, ventisettenne bolognese, professionista dal 2009, che ha concluso il primo dei tre giri in 64 colpi (-8), a ruota Mauro Bianco (-6) e il nostro Kim Joon (-5). Il grande Costantino Rocca, e il campione in carica Alessio Bruschi, hanno chiuso con 68 (-4), in quarta posizione.
Nel secondo giro Tonelli perdeva lo smalto, posizionandosi al 7° posto con 76 (+4), lasciando la supremazia ad Andrea Maestroni, che chiudeva il giro con 67 (-5), e andava a posizionarsi al comando della classifica con 136 colpi (69,67), insieme al campione uscente Alessio Bruschi (68, 68). Discretamente per Kim Joon (settimo posto), non molto bene per Costantino Rocca che dopo il -4 del primo giro ha subito un +5 facendolo scendere in classifica al 17° posto. Alla conclusione il taglio, che prevedeva di vedere ammessi in finale i primi 40 giocatori. L’aggiunta dei pari merito ha fatto scendere in campo per la finale un totale di 45 professionisti. Ed ecco la giornata, vissuta con emozione.
Maestroni e Bruschi chiudevano l’ultimo giro in 70 colpi, regalando agli spettatori lo spettacolo dell’immediato spareggio “suddendeath”, valido per l'assegnazione del titolo:
Playoff alla buca 18. Al primo tentativo, par per entrambi; al secondo, Bruschi manda la pallina in bunker, non esce al primo tentativo, bogey, ma ancora il par per Maestroni, che sale così sul gradino più alto del podio. Andrea Maestroni, 38enne bresciano, nel palmares il Campionato PGAI del 2011 giocato a Margara, è il nuovo campione della PGA italiana, e si è portato a casa l’assegno del vincitore, 4.500 euro. Secondo posto per il campione uscente Alessio Bruschi, terzo Cristiano Terragni, quarto Nicolò Gaggero che con 65 colpi ha realizzato il miglior score della giornata, e quinto Mauro Bianco. Il sempre grande Costantino Rocca ha chiuso al 21° posto.
Paolo Pilla

Galleria fotograficaGalleria fotografica