Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND ╚ IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE ╚ IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerÓ l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mohamed Jabine, operaio 35enne, era accusato di detenzione di stupefacenti

UN KG E MEZZO DI HASHISH NELLO SCOOTER: DUE ANNI E SEI MESI

Il blitz della Squadra Mobile nel febbraio scorso in via Pasubio



TREVISO
– (gp) Due anni e sei mesi di reclusione. Questa l'entità del patteggiamento concessa dal gup Silvio Maras a Mohamed Jabine, il marocchino di 35 anni arrestato nel febbraio scorso (ora è in libertà) dalla Squadra Mobile di Treviso al termine di un blitz nel suo appartamento di via Pasubio, a pochi passi dall'ospedale Ca' Foncello. L'uomo, difeso dall'avvocato Fabio Crea, era tenuto sott'occhio da tempo dagli uomini della Questura di Treviso che bussarono alla sua porta con in mano un decreto di perquisizione firmato dal gip. La Squadra Mobile rinvenne, nascosto nel bauletto dello scooter parcheggiato in garage, poco più di un chilo e 600 grammi di hashish. In casa invece gli investigatori trovarono, e sequestrarono, mezzo grammo di cocaina, 980 euro in contanti e un bilancino di precisione. Il 35enne era già noto alle forze dell'ordine: nel 2008 infatti era finito nei guai per essere stato trovato in possesso di quattro chili di marijuana.